| categoria: sanità Lazio

DIETRO AI FATTI/ San Camillo fuori controllo, Zingaretti finge di non sapere

San Camillo fuori controllo, non è notizia di questi giorni ma quando si tagliano le gomme alla macchina del direttore generale tutti i campanelli d’allarme dovrebbero scattare all’unisono. Crediamo che il manager Antonio D’Urso, uno che non si fa mai vedere ne sentire fuori dai confini della sua azienda ospedaliera, possa fare francamente poco della solidarietà del governatore Zingaretti. C’è poco da farsi o non farsi intimidire, nell’ospedalone di Monteverde si va a lavorare con l’elmetto e certo la cosiddetta lotta sindacale ha varcato i limiti. E’ solo un problema di orari e carichi di lavoro, di contrasti sull’utilizzo del personale? Basta andarsi a riprendere le dichiarazioni dei direttori generali precedenti per rendersi conto che la situazione tranquilla non lo era da tempo. Ma ora sembra si sia tornati a un clima da fine anni 70 e che la situazione sia ingovernabile. Certo D’Urso non ha il piglio del condottiero e appare restio ad affrontare a viso aperto la contestazione. C’è chi dice che non abbia mai gradito la sistemazione, che aspirasse ad altro e che il suo nome fosse stato fatto per uno spostamento in regione. La colpa, in ogni caso, è chiara e netta. Il governatore Zingaretti e il fido D’Amato hanno visitato l’ospedale per inaugurare il nuovo assetto del Pronto Soccorso e se ne sono andati in fretta, senza attardarsi a dare un’occhiata dietro la facciata fresca di restauro. Se le cose non vanno è colpa del comandante in capo, colpevole se non altro in solido di non essersi reso conto del deterioramento della situazione e della necessità di intervenire
.REPORTER

Ti potrebbero interessare anche:

La congiura del silenzio che opprime il Raphael
Zingaretti-D'Amato, disavanzo a -284 milioni. Dimezzato rispetto al 2013
Il Pd a Zingaretti, non smantellare l'ospedale di Alatri
QUI VITERBO/ Caos a Villa Immacolata, 400 dipendenti a rischio
Rieti, fa caldo e l'Asl riduce i posti letto al de Lellis
IL PUNTO/ Ma è veramente tutto a posto nella sanità laziale?



wordpress stat