| categoria: turismo

NATALE/ Boom di presenze al mare, ci va un italiano su cinque

Natale al mare per un italiano su cinque. A dirlo, un sondaggio condotto dall’Associazione Donne e Qualità della vita. Saranno circa 2,5 milioni gli italiani che sceglieranno il mare d’inverno per Natale o Capodanno (dei 12 milioni circa che si metteranno in viaggio quest’anno, il +2% rispetto al 2014 secondo Confesercenti), di cui un terzo distribuiti al centro sud tra Abruzzo, Campania, Calabria, Puglia e Sicilia mentre circa due milioni raggiungeranno la Liguria (19%), l’Emilia Romagna (18%), la Toscana (18%) e il Lazio (15%). Tutte regioni queste favorite anche dalle previsioni meteorologiche che prefigurano un dicembre caldo, con temperature che sfiorano anche i 20° al Sud. Liguria, e Lazio favorite grazie alle migrazioni massicce di milanesi, toscani e romani. Ma vanno forte anche la Campania (14%), la Puglia (12), la Sicilia (11) e Calabria (9). A sorpresa il 45% del campione intervistato, quest’anno non festeggerà nella costosa montagna ma ‘riscoprirà’ il mare. Sicuramente incidono motivi economici, visto che si calcola che sono 6.360 (il 10,6%) gli italiani possessori di una seconda casa al mare. Senza contare i costi non indifferenti delle vacanze in montagna che per ovvie ragioni – acquisto o noleggio attrezzature, skipass, scuola di sci – deve poter contare su una disponibilità economica corposa. Il 35% sceglierà il mare per la temperatura mite, mentre per il 15% del campione la scelta è stata influenzata dalla possibilità di farsi ospitare da amici o parenti. Il 5% dichiara che opterà per il mare esclusivamente per la possibilità di risparmiare.
Nell’immaginario collettivo, le località balneari restano dunque sinonimo di vacanza e di relax. Questa la ragione per cui, alla domanda ‘Dove trascorrerai le prossime festività natalizie?’, il 35% degli intervistati risponde «in Italia al mare’» il 33% dichiara di «tornare al paese di origine per festeggiare con i parenti», il 17% riferisce di volersi «concedere una settimana in montagna» e solo il 9% dice di voler «visitare una capitale europea». I maniaci della tintarella non sono comunque pochi visto che un privilegiato 5% trascorrerà le festività in una meta esotica tipo Maldive. Naturalmente quando si parla di mare, soprattutto d’inverno, gli italiani si orientano verso le città più attrattive dal punto di vista dell’offerta ricreativa e culturale. La varietà di mercatini, presepi, concerti e mostre possono fare la differenza. Per il 30% degli intervistati, infatti, la meta ideale resta la Liguria con Camogli, dove per tutto il mese di dicembre si terranno concerti, laboratori culinari, feste e falò in spiaggia. Altra località ambita è Porto Santo Stefano (20%), in Toscana, dove a farla da padrona, quest’anno, sarà l’Acquario Mediterraneo dell’Argentario, che ospiterà addirittura un presepe subacqueo. Tra le mete preferite non marine non possono mancare: Roma per il Giubileo scelta dal 15% degli italiani interpellati, Rimini (8%) con i tradizionali e suggestivi presepi di sabbia, Napoli (17%) per il classico tour tra i presepi di San Gregorio Armeno, Salerno (6%) per vedere le Luci d’Artista 2015, Palermo (5%) per la sua imperdibile offerta musicale al Teatro Massimo e Merano (3%) per i suoi tipici mercatini natalizi.Gli episodi terroristici che hanno colpito l’Europa nell’ultimo mese fanno sì che pochi italiani decidano di andare all’estero. Infatti solo il 4% del campione ha scelto di trascorrere le vacanze a Londra per vedere Winter Wonderland, il villaggio natalizio allestito a Hyde Park; il 2% non rinuncerà al Capodanno a Barcellona con il tradizionale count down ed annesso brindisi in Plaça de Catalunya. Quanti giorni di vacanza si concederanno gli italiani? Il 49% dichiara che si prenderà 4 giorni di pausa, cercando di sfruttare al meglio le ferie unendole a festività e fine settimana, il 35% starà fuori per due giorni al massimo, il 9% staccherà la spina per una settimana. Mezzo preferito per gli spostamenti resta la macchina (54%), seguito dal treno (21%), aereo (17%) e nave (6%). Vacanze di Natale e Capodanno all’insegna del low cost. Infatti il 46% del campione ha calcolato una disponibilità di spesa al di sotto dei 300 euro, per il 27% il budget si aggira intorno ai 500 euro, mentre la fascia di spesa sopra i 1000 euro è scelta dal 14%. Il 12% del campione non ha ancora previsto quanto spenderà per le vacanze.

Ti potrebbero interessare anche:

Mafia e riviera, scoppia la polemica a Rimini
Pasquetta 2014: offerte, eventi e idee scegliere la meta
La spiaggia più bella è Cala degli Infreschi
A Cervinia scatta la stagione dello sci estivo
Palazzo Barberini torna a vivere a Potsdam
Spiagge di Spagna, Grecia e Turchia al top dell'estate 2018



wordpress stat