| categoria: economia

VINO/ Vola il prosecco di Conegliano, +2% di occupazione, +11,5% di produzione

Salgono fatturato e occupazione nella filiera del Prosecco dell’area di Conegliano. È quanto emerge dal nuovo Rapporto Economico del Centro Studi di Distretto Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore, relativo al 2014, che evidenzia un + 2% nel totale degli addetti rispetto al 2013, con una crescita in termini percentuali pari a 5 volte quella registrata a livello nazionale nello stesso periodo (+0,4% secondo l’Istat). Considerando il personale attivo nelle diverse fasi della produzione, nella commercializzazione e nei servizi di accoglienza, si stima che operino, in modo stabile, 5.401 lavoratori nelle imprese del Distretto spumantistico di Conegliano Valdobbiadene. Un risultato che va di pari passo con l’aumento del valore della produzione, che nel 2014 ha toccato quota 403,6 milioni di euro per un totale di 79,2 milioni di bottiglie, segnalando un +11,5% a valore e un +9,3% a volume. Sul fronte dell’occupazione appare rilevante, in particolare, il dato relativo agli under 40. Nel 2014, il numero di giovani attivi nelle case spumantistiche del Conegliano Valdobbiadene Docg è cresciuto del 12,9% rispetto al 2013 (865 unità, mediamente corrispondenti a 4,7 giovani per azienda).

Ti potrebbero interessare anche:

Lavoro, per la Cgil: ci sono nove milioni in difficoltà
CONSUMI/ Confcommercio, si è arrestato il crollo. Vediamo se è ripresa
Padoan: l'Italia non butti al vento i sacrifici fatti
Lotta all'evasione, scatta lo scambio di informazioni Italia-Usa
Fisco, anomalie nel 730 precompilato: partiti avvisi per 220 mila contribuenti
Fisco, rottamazione: sopra 100mila euro uno su due non paga



wordpress stat