| categoria: sport

Scandalo Fifa, lunedì il verdetto. Platini tace e attende

Un lungo weekend sulla graticola attende Michel Platini e Joseph Blatter. I presidenti dell’Uefa e della Fifa, entrambi attualmente sospesi dalla carica, solo lunedì prossimo potranno conoscere la decisione nei loro confronti del Comitato Etico della federazione sulla vicenda dei due milioni di dollari ricevuti nel 2011 dal francese per prestazioni professionali risalenti a molti anni prima. Chiuse le audizioni a Zurigo, dove oggi Platini non si è presentato, il portavoce Marc Tenbucken, ha fatto sapere che la commissione giudicante si ritirerà per l’intero fine settimana, per riflettere con calma, e pubblicherà la propria decisione il 21 dicembre. Probabile che la sentenza venga resa nota ai media a fine mattinata, tanto che Blatter ha già prenotato per le 12 una sala presso l’ex quartier generale della Fifa, dove terrà una conferenza stampa. La camera di giudizio ha sentito ieri Blatter per quasi otto ore, mentre oggi Platini, come aveva annunciato, non si è presentato di persona a Zurigo e ha delegato ai suoi legali, in particolare l’avvocato Thibaud d’Ales, il compito di presentare i propri argomenti. La difesa aveva già inviato un memorandum di circa 120 pagine ma su quanto avvenuto in udienza il legale non ha rilasciato dichiarazioni. In questi giorni la difesa ha più volte denunciato che sia stato montato «un processo politico», destinato ad impedire al francese di poter concorrere alle elezioni Fifa del 26 febbraio. Blatter e Platini sono sospesi in via provvisoria ed entrambi rischiano diversi anni di squalifica, anche se l’accusa ha chiesto per loro la sanzione tombale della radiazione. Dopo il verdetto, potranno presentare ricorso prima alla giustizia della Fifa, quindi, eventualmente, al Tribunale arbitrale dello sport (Tas) di Losanna. Blatter è presidente dimissionario della Fifa, mentre Platini intende concorrere alla sua successione, nelle elezioni indette per il 26 febbraio. Per poterci riuscire e affinchè la sua candidatura possa essere convalidata, l’iter giudiziario che lo riguarda dovrebbe terminare entro fine gennaio, fatta salvo ovviamente la sua assoluzione nel procedimento. Il verdetto di lunedì sarà quindi uno snodo cruciale per il futuro di Roi Michel. Tre mesi fa era considerato da tutti il probabile nuovo n.1 del calcio mondiale, ma l’inchiesta svizzera che ha come indagato principale Blatter ha travolto anche lui e con effetti ben più devastanti. I timori di un verdetto negativo sono molti, specie dopo che il portavoce del Comitato Etico, a procedimento in corso, ha detto che le accuse di corruzione «sono ben fondate». Lunedì tutto sarà svelato.

Ti potrebbero interessare anche:

Poker a Trebisonda, Napoli verso la qualificazione
Addio Parma. Tra regole e ripescaggi è corsa ad un posto in Serie B
Allegri verso il Chelsea. E la Juve lo mette in guardia
Prima vittoria in A per il Crotone, 2-0 al Chievo
Milan, Gattuso: "Difesa a tre. Bonucci capitano"
KURTIC RISOLVE DERBY EMILIANO,SPAL VINCE A BOLOGNA



wordpress stat