| categoria: sanità, Senza categoria

SANITà/ Gli italiani spendono di tasca propria 32 miliardi

Una spesa pubblica tra le più basse del mondo occidentale e una spesa privata tra le più elevate. In sanità gli italiani spendono infatti di tasca propria 32 miliardi di euro, pari a una media di circa 530 euro pro capite. E, potenzialmente, l’esborso potrebbe essere ancora più alto se si tiene conto di una componente non indifferente di ‘sommerso’: 15 miliardi stimati. I fondi sanitari oggi intermediano tra i 4 e i 5 miliardi di questa spesa e assistono circa 7 milioni di persone. Sono alcuni dati alla base della proposta di ‘ridisegno’ del sistema sanitario, illustrata da Confindustria e Confcommercio durante il convegno ‘La sanità nel welfare che cambia’. L’obiettivo è una maggiore integrazione tra pubblico e privato, primo e secondo ‘pilastro’, attraverso lo sviluppo dei fondi integrativi. Il grado di sostenibilità finanziaria complessiva del sistema sanitario – ricordano le due associazioni – va riducendosi, sia per dinamiche di finanza pubblica che per effetto dell’invecchiamento della popolazione e conseguente domanda crescente. Inoltre, vanno anche considerati i costi crescenti dell’evoluzione tecnologica che costituisce un investimento necessario e incomprimibile per evitare che il sistema sanitario vada ‘fuori mercato’. Ed è per questo che «serve un ridisegno complessivo del sistema sanitario, nell’ottica di un’integrazione della sanità pubblica con una sanità complementare».

Ti potrebbero interessare anche:

ANALISI/ Francia, ostaggi in paese a rischio, la Francia non paga più
Striscia la notizia, torna Ezio Greggio con la Hunziker
Bufera sulla norma salva-Berlusconi. Grillo, Renzi burattino
Garcia, vita privata?A mio agio a parlare di pallone
Zucchero, un brano con gli U2 per dire no all'odio
Zingaretti a Civitavecchia: sopralluogo all'hospice oncologico



wordpress stat