| categoria: sanità Lazio

ASL RIETI/ OK della Regione all’assunzione dei direttori di Chirurgia e Oncologia

«La Regione Lazio ancora una volta, dimostrando interesse e sensibilità nei confronti della nostra ASL ha autorizzato l’indizione di due avvisi pubblici per la copertura di due posti di Direttore di Struttura Complessa nelle discipline di Chirurgia Generale ed Oncologica e Oncologia Medica. Le assunzioni saranno possibili grazie ad una deroga specifica che consente di superare i vincoli della normativa sul blocco del turn over della Regione Lazio, come è noto in piano di rientro». Così in una nota la Asl di Rieti. «Il provvedimento risponde ad alcune delle esigenze più urgenti segnalate dall’Azienda sanitaria locale – sottolinea il direttore generale della ASL di Rieti Laura Figorilli – il processo di sviluppo e di valorizzazione della filiera oncologica in corso nella nostra Azienda infatti non può subire rallentamenti e discontinuità, soprattutto in un momento che ha visto la recente riattivazione e la messa a regime su tutto il territorio provinciale dei programmi di screening oncologici. Poter assumere un nuovo direttore di oncologia ci permette di non disperdere l’eredità lasciata dal dott. Capparella, di continuare la tradizione che qualifica il nostro Ospedale e di dare un nuovo slancio ad un’attività che riveste un’importanza fondamentale per la ASL di Rieti e per tutta la comunità». «Grande soddisfazione» viene espressa dalla direzione della Asl anche «per essere autorizzati ad assumere in deroga il direttore dell’Unità operativa complessa di Chirurgia Oncologica, ciò sicuramente permetterà di specializzare l’attività chirurgica del nostro ospedale anche in campo oncologico, di consolidare e sviluppare competenze nelle tecniche di chirurgia mini invasiva e di recuperare credibilità e fiducia da parte dei cittadini che potranno trovare vicino al proprio domicilio le risposte più qualificate al proprio problema di salute senza dover ricorrere altrove. Il significativo recente sviluppo del centro Senologia che si sta imponendo come riferimento per l’intera Provincia, ci dimostra che quando si investe su validi professionisti e su un’organizzazione efficiente si può richiamare interesse e casistica. Non si può tuttavia non sottolineare che tali importanti risultati sono stati ottenuti grazie al lavoro sinergico avviato nei mesi scorsi con l’associazione ALCLI ‘Giorgio e Silvià che è sempre pronta a sostenere l’Azienda ASL nelle iniziative di sostegno della sanità reatina». «Accogliamo positivamente la notizia delle deroghe all’assunzione dei primari di Chirurgia generale Oncologica e Oncologia Medica concesse -spiega il presidente dell’Alcli Santina Proietti. Consideriamo questa notizia un segnale importante da parte della Regione Lazio. L’Alcli continuerà a tenere alta l’attenzione e andremo avanti con la nostra battaglia di sensibilizzazione, perché i malati oncologici abbiano il miglior servizio possibile».

Ti potrebbero interessare anche:

Sos oncologia al Grassi, Alemanno scrive a Zingaretti
Viterbo, in fumo 840mila euro l'anno per l'ex Ospedale Grande
LA PROPOSTA/ Agostini (Pd), per la fusione di Asl RmB e C un avviso pubblico o una short list
La Caporetto di Zingaretti, maxi emergenza al Pronto Soccorso. Non c'è personale, servizi al collass...
Grottesco, il commissario non si è ancora potuto insediare all'Israelitico
Notte dei ricercatori, lo Spallanzani apre i suoi laboratori. Siamo pronti per la prossima epidemia?



wordpress stat