| categoria: Roma e Lazio

SMOG/ Targhe alterne, in sei giorni multati 1132 veicoli (su seimila controllati)

Sono 1132 i veicoli sanzionati nei sei giorni di targhe alterne a Roma (4, 5, 17, 18, 21 e 22 dicembre) su un totale di 6023 controllati. È questo il risultato dei controlli disposti dalle Ordinanze del Commissario Francesco Paolo Tronca al contrasto dell’inquinamento ambientale. Lo comunica la Polizia di Roma Capitale. Riflessione: gli automobilisti romani sono diventati così rispettosi delle ordinanze o i controlli sono stati all’acqua di rose?
CODACONS, I BLOCCHI DEL TRAFFICO DANNEGGIANO GLI AUTOMOBILISTI
«I continui provvedimenti di targhe alterne e i futuri blocchi totali del traffico, determinano un danno di natura contrattuale per gli automobilisti, che pagano polizze assicurative per periodi di tempo continuativi, anche per i giorni in cui non possono utilizzare la propria autovettura per effetti delle limitazioni alla circolazione, subendo così un danno di tipo patrimoniale». Così in una nota il Codacons. «Nessun provvedimento sul fronte dell’inquinamento può essere realmente efficace se non si renderà il trasporto pubblico della capitale adeguato ed efficiente – spiega il presidente Carlo Rienzi – I romani ricorrono all’utilizzo dell’automobile perchè i mezzi pubblici non funzionano. Anche la proposta di rendere bus e metro gratuiti nei giorni di blocco della circolazione non pare adatta ad affrontare il problema dell’inquinamento, perchè il trasporto pubblico non è adeguato alle esigenze dell’utenza. Al contrario, se ci fosse a Roma un servizio capillare, puntuale e paragonabile a quello di altre capitali europee, si ridurrebbe automaticamente e tutto l’anno il numero di automobili in circolazione. Siamo favorevoli a provvedimenti che tutelino la salute pubblica e l’ambiente, ma riteniamo che il problema smog debba essere risolto alla radice, attraverso misure strutturali realmente efficaci e non certo provvedimenti una tantum che creano disagi senza avere effetti concreti», conclude Rienzi

Ti potrebbero interessare anche:

Acqua alta anche in via del Corso. Ma è colpa di una tubatura
Leonori (pentita?), soluzioni condivise con gli operatori per Tridente, Monti e Banchi Vecchi
Terremoto alla Regione Lazio. Indagato, si dimette il capo di gabinetto Venafro
"Cantieri infiniti Eur", pronto dossier a Corte dei Conti
Il pessimismo di Claudio Amendola: città nella melma, al Giubileo sarà l'inferno
Atac, si sblocca il concorso interno, assunti 15 capotreno



wordpress stat