| categoria: salute

Spuntini di mezzanotte nemici della memoria

Alzarsi dal letto per svaligiare il frigorifero e poi tornare a dormire è una piccola trasgressione alla quale tutti, probabilmente, hanno ceduto almeno una volta nella vita. Ma gli spuntini di mezzanotte possono insidiare la salute, e non solo quella fisica: mangiare nelle ore che la natura riserva al sonno può far male al cervello, mandando in tilt i circuiti all’origine della formazione dei ricordi. Per soddisfare la gola, insomma, ne risentirebbe la memoria. In un esperimento condotto sui topi e pubblicato su ‘e-Life’, un gruppo di scienziati americani dell’università della California di Los Angeles ha dimostrato per la prima volta che costringere l’organismo a digerire durante il sonno si ripercuote negativamente sull’ippocampo, l»hard disk’ del cervello.

Ti potrebbero interessare anche:

Prevenire la SLA con frutta e verdura colorata
Un nuovo anticoagulante orale previene ictus e trombosi
DIABETE/Una penna per misurare la glicemia senza buchi
Cellulare a letto per 6 ragazzi su 10, in aumento l'insonnia
Formaggio 'assolto', farebbe salire il colesterolo buono
Rivoluzione cure, essere madri nonostante sclerosi multipla



wordpress stat