| categoria: Dall'interno, Senza categoria

BARI/ Il sindaco firma l’ordinanza antibotti fino a capodanno

Il sindaco di Bari Antonio Decaro ha firmato l’ordinanza con la quale si vieta, a partire da oggi e fino a tutto il 1° gennaio 2016, la vendita, in forma ambulante e non, dei fuochi d’artificio con esclusione di quelli cosiddetti professionali per i quali è necessaria l’autorizzazione delle autorità di pubblica sicurezza e della commissione prefettizia. L’usanza di far esplodere i botti è diventata infatti un’abitudine che procura ogni anno, puntualmente, una serie di conseguenze dannose che minacciano l’incolumità pubblica e incidono sulla sicurezza urbana provocando danni alle persone e al patrimonio sia pubblico sia privato. Inoltre, così come denunciato pubblicamente nei giorni scorsi dalle associazioni animaliste, sono a rischio anche gli animali che, con l’effetto esplosivo dei fuochi pirotecnici, perdono il senso dell’orientamento aumentando il rischio di smarrimento e di incidenti. «In accordo con il Comitato dell’ordine e la sicurezza pubblica abbiamo emanato l’ordinanza che vieta la vendita e lo sparo di fuochi pirotecnici sia su suolo pubblico sia nelle aree private», dichiara il sindaco Antonio Decaro. «Siamo consapevoli -prosegue- che negli anni scorsi tutti gli appelli alla responsabilità e alla cautela sono rimasti inascoltati, per questo abbiamo scelto di agire preventivamente con gli strumenti a nostra disposizione: in questo caso l’ordinanza permetterà a tutte le forze dell’ordine, per la compiutezza delle indagini, di effettuare riprese fotografiche e filmate o eventualmente di utilizzare riprese realizzate da privati cittadini che consentano l’accertamento della trasgressione». «Le stesse forze dell’Ordine hanno assicurato controlli preventivi e serrati nei giorni a venire nei confronti degli acquirenti e dei venditori, ponendo una particolare attenzione ad individuare tutti quei luoghi in cui i fuochi vengono conservati in attesa della vendita».

Ti potrebbero interessare anche:

Il Papa alza la voce: "Mai più la guerra". E condanna l'uso delle armi chimiche: "Non...
Laudati potrebbe tornare alla Direzione Nazionale Antimafia, accolto il ricorso dal Tar del Lazio
Venezia, all'asta l'isola di Poveglia
Superpomodoro ricco di antiossidanti come 50 bottiglie vino
Piscologia, caos alla Sapienza. Annullato il test d'ingresso
Tre funzionari della dogana di Fiumicino arrestati per truffa e corruzione



wordpress stat