| categoria: primo piano, Senza categoria

La situazione precipita, Roma come Milano: blocco totale del traffico il 28 e 29 dicembre

Non si può aspettare, il blocco totale del traffico si farà lunedì 28 e anche martedì 29, dalle 10 alle 16. E se la situazione non dovesse migliorare, Tronca potrebbe essere costretto a seguire l’esempio di Milano che lo stop alla circolazione lo fa anche mercoledì 30.Potranno comunque circolare liberamente i veicoli meno inquinanti: metano, gpl, ibride, Euro 6 e ciclomotori due ruote quattro tempi Euro 2 e motocicli quattro tempi Euro 3. Nell’ordinanza viene anche stabilito che la temperatura per il riscaldamento di case e uffici non superi il valore massimo di 18 gradi (ad eccezione di ospedali, cliniche, scuole e assimilabili) e, in concomitanza con il provvedimento di blocco della circolazione, venga ridotto da 12 a 8 il numero di ore di funzionamento degli impianti termici. Durante le due giornate di stop totale della circolazione, saranno emessi – su indicazione del Campidoglio – biglietti speciali, «Ecobit», dal costo di 1,50 euro che avranno validità giornaliera, e non dei canonici 90 minuti, con il quale si potrà viaggiare su bus, tram e metro in tutto il territorio della Capitale.
Di fronte all’assedio della polveri sottili costante e invincibili e la pioggia liberatrice che non arriva, il commissario deve lavorare sullo scenario peggiore, quello che sperava di potere rimandare a dopo Capodanno. Impossibile: con le centraline costantemente sopra i 70-80 microgrammi per metro cubo, restare con le mani in mano per un’altra settimana sarebbe stato non solo nocivo, ma avrebbe esposto il commissario Tronca anche al rischio di essere indagato per non avere tutelato la salute pubblica. D’altra parte sarebbe anche difficile spiegare come mai, di fronte a livelli si smog non così distanti, Milano ferma il traffico per tre giorni e Roma non fa nulla. C’era anche l’ipotesi soft – blocco solo domenica 27 – ma appariva poco efficace e inutile.
Ma insieme al bastone virtuale del blocco totale del traffico, il commissario Francesco Paolo Tronca tenterà di giocarsi anche quello della carota. Anche ieri in Campidoglio hanno lavorato a lungo per applicare una formula che sta già utilizzando Milano: rendere quasi gratuito il trasporto pubblico locale. Non si viaggerà a costo zero, ma con un ticket da 1,5 euro si potrà usare per tutto il giorno bus e metro. Inoltre, nei due giorni di blocco bisognerà anche potenziare il servizio perché è vero che le scuole sono chiuse, ma sono comunque due giornate feriali in cui molti romani devono andare al lavorare. Quanto durerà questa agevolazione che tenta di convincere i romani a lasciare a casa la macchina? Il biglietto unico sarà attivato solo nei giorni del blocco del traffico.

LA SITUAZIONE
Ma perché la situazione è precipitata e non possibile attendere Capodanno prima di prendere una decisione così drastica? Da una parte c’è Milano che ha rotto gli indugi proclamando tre giorni di blocco totale e dunque sarebbe difficile da spiegare come mai Roma non mette in campo una reazione contro l’assedio delle polveri sottili. Le targhe alterne si sono rivelate inefficaci. Ma soprattutto ci sono le previsioni dell’Arpa, che continuano a colorare di rosso e viola la mappa di Roma, vale a dire confermano che l’emergenza polveri sottili a causa dell’alta pressione e dalla mancanza di pioggia sta proseguendo.

Bene, anche per il 27 dicembre quasi tutta la Capitale – sempre a livello di previsione – mostra una presenza massiccia di pm 10 nell’aria. Dunque, se questa mattina non ci dovesse essere un miglioramento last minute (sulla base dei dati riferiti alla giornata di ieri sulla previsioni per il 28) lo scenario peggiore diverrebbe realtà. Anche ieri le centraline (rilevamenti di martedì) erano tutte fuori legge, con il record di Cinecittà che ha registrato un livello altissimo, 88 microgrammi per metrocubo, il 60 per cento in più di quanto consentito dalla legge.
Il Commissario Straordinario di Roma Capitale, Francesco Paolo Tronca, ha incontrato ieri in Campidoglio il Presidente di Confcommercio Roma, Rosario Cerra, secondo quanto ha reso noto oggi il Comune. «In un contesto di assoluta cordialità, si è discusso, tra le altre cose, dell’eccezionale momento di persistente inquinamento nell’aria – si legge nel comunicato del Campidoglio -. Nel corso dell’incontro si è convenuto che, qualora si configurasse la necessità di adottare ulteriori provvedimenti emergenziali, la linea delle misure da attuare venga discussa e condivisa con le categorie interessate». «Nel pieno rispetto del valore imprescindibile della salute dei cittadini e convenendo nella necessità di favorire una mobilità adeguata, che disincentivi l’utilizzo del mezzo privato, ma non penalizzi gli spostamenti nel periodo delle feste natalizie . prosegue la nota -, l’Amministrazione capitolina ha condiviso con l’Associazione alcune misure da adottare. Una specifica attenzione sarà posta al primo week end del nuovo anno, che coincide con l’inaugurazione dei saldi per gli acquisti

Ti potrebbero interessare anche:

Codici, gli italiani per curarsi mettono mano ai risparmi. O rinunciano
Cinque italiani su cento soffrono di malattie respiratorie
IL PUNTO/ Fiera di Roma, dove va Marino? Prima nomina l'ad, poi lo liquida
SCI/Piemonte, via ai campionati delle truppe alpine, 16 paesi in gara
VENEZIA/ Il «Fondaco», 7mila metri quadri di negozi e cultura
Alcol, 17% intossicati al Pronto Soccorso ha meno di 14 anni



wordpress stat