| categoria: Dall'interno

Manca neve in montagna, il Piemonte chiede lo stato di emergenza

«La Regione ha approvato la nostra richiesta di chiedere al governo il riconoscimento dello stato d’emergenza per i danni subiti dalle società d’impianti di risalita derivanti dalla siccità e dall’inversione termica di queste settimane». Ad annunciarlo il consigliere regionale di Forza Italia, Gianluca Vignale, a seguito dell’approvazione di un suo ordine del giorno in Consiglio regionale.
«Da più di 60 giorni – sottolinea l’esponente azzurro della Regione Piemonte – la Pianura padana è colpita da una siccità invernale senza precedenti che sta colpendo l’intero arco alpino, con temperature anomale spesso maggiori in montagna rispetto a quelle registrate nella stessa pianura. Questa situazione ha impedito e impedisce l’innevamento programmato comportando anche annullamenti delle prenotazioni alberghiere e un significativo calo delle presenze sulle piste da sci. È quindi indispensabile che la Regione intervenga con il governo a sostegno di un settore che da sempre è centrale per il Piemonte, il vero motore economico delle montagne piemontesi. La Regione oltre a chiedere al governo di decretare lo stato d’emergenza domanderà anche alle Province e alla Città Metropolitana di Torino di provvedere a un censimento dei danni subiti – conclude – e a prevedere nel bilancio del 2016 delle risorse aggiuntive da destinare a sostegno delle imprese che sono state danneggiate da queste condizioni climatiche anomale».

Ti potrebbero interessare anche:

Gettò il neonato tra i rifiuti. I medici sicuri: era vivo. Ed è infanticidio
LAVORO/ Italiani tra i più insoddisfatti d'Europa
Veterinario ucciso, "giallo" nel mondo dei cavalli
Mafia, blitz contro clan Rinzivillo: 37 arresti tra Italia e Germania
RAGAZZA DA CERNOBYL VIOLENTATA E TRUFFATA, DUE ARRESTI
FOCUS/ INTESA SKY-MEDIASET, COME CAMBIA LA GUIDA TV



wordpress stat