| categoria: attualità

Botti, 190 feriti a Capodanno contro i 253 del 2015. Ma aumentano i casi gravi

In calo glu incidenti causati dai botti nel corso dei festeggiamenti per il Capodanno 2016, secondo i dati diffusi dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza e rilevati in tutta Italia con la procedura informatizzata di supporto all’analisi denominata R.I.Se.C., ideata e realizzata in collaborazione con il personale del Ced interforze.

190 feriti contro i 253 dell’anno scorso – Così come avvenuto negli ultimi due anni, non si sono registrati episodi con esiti mortali, mentre prosegue il trend positivo di riduzione del numero totale dei feriti assestatosi sul numero di 190(di cui 38 ricoverati), a fronte dei 253 dello scorso anno. Si è rilevata anche una ulteriore diminuzione dei ferimenti derivanti dall’uso di armi da fuoco che risultano essere 3 rispetto ai 6 dell’anno precedente. In relazione alla gravità delle lesioni riportate, si registrano 174 feriti lievi (con prognosi inferiore o uguale ai 40 giorni) , a fronte dei 241 del 2015, e, in lieve incremento, 16 feriti con prognosi superiore ai 40 giorni a fronte dei 12 dello scorso Capodanno.

38 minori feriti, 19 sotto i 12 anni – Sono 38, contro i 68 dello scorso anno, i minorenni che hanno riportato lesioni a causa dei ‘botti’ sparati nel corso dei festeggiamenti per il Capodanno 2016. Come nel caso dei maggiorenni, anche con riguardo agli under 18 si registra una significativa diminuzione del dato complessivo. Sono 19 gli under 12 rimasti feriti nella notte di San Silvestro appena trascorsa contro i 33 del 2015. I minori di età compresa tra i 13 e i 17 anni è diminuito dai 35 dello scorso anno a 19.

Ti potrebbero interessare anche:

Mastella corre da solo, l'Udeur in corsa a Camera e Senato
Finanziamento illecito, indagati Alemanno e Polverini
SCHEDA/ Tsipras, l'ingegnere che sfida la Troika. Dalla piazza a capo del Governo greco
Mafia, presi i fedelissimi di Messina Denaro
Costa Azzurra, i morti sono 20 morti: c'è anche un italiano. Polemiche sul mancato allarme
ALLARME/ La crisi non si arresta, rischiamo di arrivare a centomila sfollati



wordpress stat