| categoria: Roma e Lazio

IL PUNTO/ Pioggia contro smog, ma è emergenza guano

Contro lo smog, arriva a Roma la tanto attesa pioggia. Ma se da un lato si ravviva la speranza di un abbassamento del valore delle polveri sottili nell’aria, dall’ altro la città deve far fronte all’emergenza guano che interessa in particolare la zona del lungotevere. Oggi, per la seconda volta in dieci giorni, è stato chiuso un tratto di strada in corrispondenza del centro storico per consentire all’Ama, la municipalizzata che si occupa dell’ambiente nella Capitale, la pulizia dell’asfalto reso viscido e pericoloso per automobilisti e centauri. Prima dello stop alla circolazione, infatti, alcuni scooteristi sono caduti a terra senza però riportare gravi conseguenze. Quello del guano a Roma è un problema ormai noto che da tempo crea grossi problemi in alcune aree della Capitale, in particolare in corrispondenza dei viali alberati, dove trovano riparo gli storni. Proprio per questo lo scorso dicembre il commissario straordinario, Francesco Paolo Tronca, aveva disposto l’installazione dei dissuasori acustici anti-storni. Una soluzione che però al momento non sembra ancora aver sortito gli effetti desiderati. Alla vigilia di Natale, infatti, i vigili urbani si trovarono costretti a chiudere un tratto del lungotevere per consentire la pulizia della strada, dopo gli ennesimi tamponamenti e incidenti in zona a causa della poltiglia formatasi tra foglie e guano. Un provvedimento che si trasformò in un incubo per i romani impegnati nella corsa allo shopping natalizio. Caos e disagi a catena si registrarono dal centro alle aree limitrofe. L’intervento di oggi, invece, era stato predisposto dal Campidoglio con 24 ore di anticipo, in vista delle previsioni meteo sulla Capitale. Alle 9, dunque, è scattata la chiusura del tratto di lungotevere per consentire le operazioni di pulizia della task-force Ama composta da 20 operatori e 12 mezzi. Gli addetti sono stati impegnati anche nelle zone più centrali della Capitale, dai Fori Imperiali al Circo Massimo. Sul lungotevere, inoltre, resterà attivo un presidio per intervenire in tempo e prevenire ulteriori disagi nei prossimi giorni.

Ti potrebbero interessare anche:

Centoventi appalti sospetti nel dossier del Campidoglio
"Targhe alterne, un fallimento",non controlla nessuno. E intanto il commercio va a fondo
Rifiuti, raccolta in tilt . La città è in ginocchio
Anguillara, tre assessori su cinque della giunta grillina si dimettono: dobbiamo lavorare
Rogo Pomezia: indagato L'amministratore di Eco X
Perché la Raggi racconta Roma come la pubblicità del mulino bianco



wordpress stat