| categoria: attualità

Charlie Hebdo, sventati 6 attentati

Il ministro dell’Interno francese, Bernard Cazeneuve, ha difeso oggi – ai microfoni di RTL – l’azione dello stato francese contro la minaccia terroristica dopo la notizia della denuncia da parte della vedova del poliziotto che assicurava la protezione del direttore di Charlie Hebdo, Charb. A un anno dall’attentato, Cazeneuve ha detto che una commissione d’inchiesta sugli attentati di novembre a Parigi e Saint-Denis, come chiesto dal deputato dell’opposizione di destra, Bruno Le Maire, farebbe emergere «la più grande determinazione» del governo contro il terrorismo. «Siamo di fronte a una crisi eccezionale – ha detto il ministro – e di fronte a una minaccia che resta a livello molto elevato». C Cazeneuve ha precisato che dal 2013 sono state «smantellate 18 filiere di reclutamento situate su tutto il territorio nazionale», sono stati «arrestati 11 gruppi di individui che si apprestavano a commettere attentati e, dalla scorsa primavera, sono stati sventati sei attentati». 

Ti potrebbero interessare anche:

Pericolosa gaffe elettorale di Albertini, offende Maroni e i disabili
Vaticano, il Conclave inizierà a metà marzo
SOCHI/Sfida a Putin, Ban Ki-Moon contro attacchi ai gay
Concordia, via libera dal governo, la nave va a Genova
SCHEDA/ "Piccoli delinquenti radicalizzati", il profilo dei due jihadisti franco-algerini
La strage delle donne: 116 omicidi dall'inizio dell'anno



wordpress stat