| categoria: turismo

Cortei, voli e vin brulé: le 10 tappe della Befana

Dolci e caramelle, cenere e carbone ma anche degustazioni, vin brulé, cortei storici e veri e propri voli. La tradizione dell’Epifania è viva nelle città italiane, dove si festeggia con usanze locali e iniziative singolari.

A Milano, i Navigli non potevano che essere al centro della storica ricorrenza. Proprio sui canali, parte dell’identità del capoluogo lombardo, navigherà la Befana per raggiungere tutti i bambini e distribuire loro regali e dolciumi. Durante la giornata del 6 gennaio, sarà possibile inoltre imbarcarsi in una navigazione turistica sulla “Linea delle Conche” lungo le vie d’acqua milanesi.

Le Scuole del cioccolato Perugina e Città del gusto di Napoli hanno preparato una sorpresa golosa per tutti i bambini in visita alla Città della Scienza di Napoli: oltre all’animazione scientifica, ai laboratori e alla degustazione di dolci tradizionali, si potrà assistere alla creazione in diretta da parte di maestri cioccolatieri e assaporare le sfoglie di cioccolata. Il primo corso parte alle 10.30 e si prosegue fino al primo pomeriggio.

La Befana torna a far visita alla Grotta Gigante, vicino Trieste, animando una festa magica che da molti anni entusiasma grandi e piccini: gli speleologi della Commissione Grotte della Società Alpina indosseranno i panni della Befana e dei Re Magi e si caleranno, appesi a una corda, dalla volta della caverna per cento metri fino a raggiungere gli spettatori nel fondo della cavità sotterranea e distribuiranno i dolci e il Gran Pampel, bevanda a base di vino, rum, frutta e spezie, preparata per l’occasione. L’ambiente della grotta, con la nuova illuminazione che fa risaltare le imponenti concrezioni e i colori delle pareti e della volta, contribuirà a rendere ancora più magica l’atmosfera.

A Cavalese, in Val di Fiemme, oltre cento personaggi e comparse, tutti in rigoroso costume d’epoca, metteranno in scena la rievocazione storica dei processi per stregoneria del Cinquecento. La rappresentazione prende spunto, infatti, dai verbali originali dei processi tenutisi dal 1500 al 1505 e utilizza, come palcoscenico, il cuore storico della cittadina: si parte dal fastoso palazzo della Magnifica Comunità e si arriva al Banco de la Reson, luogo originale dove si svolgevano i processi, all’interno del Parco della Pieve.

Anche a Bologna la tradizione torna puntuale con la Sacra rappresentazione della visita dei Magi a Gesù: il 6 gennaio, un corteo di 150 persone in costume, un gregge di pecore, guerrieri romani a cavallo e i tre Magi sui loro cammelli, partiranno da Piazza VIII Agosto fino a Piazza Maggiore, sul sagrato della Chiesa di San Petronio, dove sarà allestita una capanna. La manifestazione si concluderà con un grande spettacolo di fuochi artificiali sulla scalinata del Pincio, in via dell’Indipendenza.

Sarà una Befana davvero particolare quella che passerà sopra i cieli di Rocca Massima, in provincia di Latina, dove si potrà letteralmente volare: nella cittadina sui Monti Lepini, infatti, c’è l’impianto “Flying in the Sky”, il volo dell’angelo più lungo del mondo. Si potrà assistere a uno spettacolo davvero unico, volando su un cavo di oltre due chilometri alla velocità di 150 chilometri orari. Tutte le persone che decideranno di volare saranno, inoltre, allietate da vino caldo e dolciumi.

Come da tradizione, i Re Melchiorre, Baldassarre e Gaspare arriveranno a Firenze a cavallo insieme con schiere di figuranti vestiti con costumi rinascimentali per il corteo storico della Cavalcata dei Re Magi. Preceduti dal Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e dai Bandierai degli Uffizi, i Magi percorreranno le strade fiorentine da Palazzo Pitti a Piazza Duomo, rinnovando l’usanza locale che risale al Quattrocento e che è stata ripristinata da circa un decennio.

Una breve passeggiata, vin brulé, scambio di doni e tanti amici: ecco il programma della consueta ascesa notturna al Monte Gazzo, organizzata ogni anno dall’associazione Amici del Chiaravagna, in provincia di Genova, per la festa dell’Epifania. L’appuntamento è previsto per le 20.30 del 5 gennaio in piazza Baracca e, dopo aver scalato il monte del santuario con tanto di torcia e scarponi, ci sarà lo scambio dei regali tra tutti i partecipanti, ciascuno dei quali dovrà essere provvisto di un dono.

La festa in onore della Befana inizia già nel pomeriggio del 5 gennaio a Barga, in provincia di Lucca: la “vecchietta” parte dalla sua casetta di legno a Pegnana, sulla montagna barghigiana, per arrivare nel centro storico della cittadina, dove troverà ad attenderla centinaia di bambini in costume da “befanotto”. La festa andrà avanti per tutto il pomeriggio e dalle ore 21, davanti ad un grande falò, prenderà il via una serata in costume. La Befana porterà di casa in casa, a cavallo di una scopa o di un asinello, i regali ai bambini mentre in piazza si continuerà a far festa con vin brulè e intrattenimenti. Il 6 gennaio, poi, la Befana incontrerà adulti e bambini nella propria abitazione a Pegnana: in programma sorprese, giochi, doni e specialità locali.

Già a partire dai giorni che precedono la festa dell’Epifania, Urbania si trasforma in una città dei balocchi completamente dedicata ai bambini. Saranno organizzati giochi, spettacoli musicali, esibizioni di prestigiatori, mercatini e vendita di prodotti locali. Le vie della città vengono addobbate con calze appese alle finestre delle abitazioni, luci che illuminano le vie del centro storico, pupazzi della befana a grandezza naturale e, nella Piazza principale, ci sarà la Befana in carne e ossa che riceverà tutti i bambini nella sua piccola casa di legno posizionata sotto un enorme albero di Natale. Nei giorni di festa, è possibile, inoltre, ammirare le bellezze di Urbania in visite guidate.

Ti potrebbero interessare anche:

Pasqua a Cortina, sci e struscio. Grande assente il sole
Spiagge doc, 269 nel 2014. Abruzzo perde 4 bandiere blu
CORTINA/ A fine agosto la corsa tra le Dolomiti sulle orme della pantera rosa
Zante, Corfù e Malé tra le mete emergenti del 2016
Terme aperte in Emilia-Romagna, arriva la Notte Celeste
Spiagge: male a giugno e bene a luglio, Puglia la regina



wordpress stat