| categoria: attualità, Scienza

SCIENZA/ L’Antartide perduto: un tempo era ricoperto di grandi foreste

Sono in viaggio sulla nave Italica dall’Antartide alla Nuova Zelanda i tre ricercatori dell’Università di Siena che hanno partecipato alla trentunesima spedizione italiana del programma nazionale ricerche in Antartide, studiando una delle più vaste e rilevanti foreste fossili del Polo Sud. Gianluca Cornamusini, Matteo Perotti e Sonia Sandroni hanno svolto la parte principale dell’attività di ricerca utilizzando un campo remoto ad Allan Hills, in rilievi distanti oltre 200 km dalla base scientifica italiana Mario Zucchelli, nella Terra Vittoria. Nonostante le avverse condizioni ambientali – nei primi giorni le raffiche di vento fino a 40 nodi hanno portato la temperatura percepita a circa -55°C – le ricerca geologica nell’area di Allan Hills ha dato ottimi risultati e ha permesso di conoscere a fondo una antica e vasta foresta fossile antica di circa 245 milioni di anni.

Ti potrebbero interessare anche:

Il Papa nomina vescovo il suo segretario, Georg Gaenswein
Per Natale niente cometa
Isis decapita un prigioniero russo e diffonde il video
FONDAZIONE S.LUCIA/ Parkinson: nuovo studio sulle cause dell’alterazione del movimento
Ue, Italia ultima in Europa per crescita
GOVERNO: DI MAIO, 'METTIAMO FINE CON MARCHIO QUALITÀ, TAGLIANDO 345 PARLAMENTARÌ



wordpress stat