| categoria: Dall'interno

FIRENZE/ Americana uccisa in casa, proseguono le indagini. Analisi sul Pc

Non ci sono indagati al momento per il delitto di Ashley Olsen, la 35enne americana trovata morta ieri pomeriggio nel suo appartamento in centro a Firenze. A trovare il corpo senza vita della donna, originaria della Florida che viveva da qualche anno nel capoluogo toscano dove lavora anche il padre, è stato il fidanzato italiano, un artista quarantenne, che si è fatto aprire la porta da una vicina. Il corpo, senza vestiti, si trovava su un divano con il collo segnato da ecchimosi. Agli investigatori il fidanzato, ascoltato a lungo, ha raccontato di essere andato a cercare Ashley di persona perché il telefono era spento. I due avevano litigato e non si sentivano da qualche giorno. Oltre al fidanzato pittore gli inquirenti hanno sentito diverse persone vicine alla trentacinquenne per cercare di ricostruire le sue ultime ore di vita. Un aiuto alle indagini della Polizia potrebbe arrivare dall’analisi del computer della donna che è stato sequestrato. Intanto la certezza sulle modalità e sulle cause della morte arriverà dall’autopsia, già disposta dalla procura, che verrà effettuata domani o dopodomani.

Ti potrebbero interessare anche:

Per scuole allarme edilizia, una su sette è lesionata
Tangenti, scarcerato Mantovani. "Dimosterò l'innocenza"
Polizia, Gabrielli annulla il concorso
Brunello Cucinelli 'entra' in carcere, a Perugia nasce laboratorio
Norcia, sequestro centro polivalente: indagato l'archistar Boeri
VIOLENZA DI GRUPPO SU 18ENNE, ARRESTATI 3 COETANEI



wordpress stat