| categoria: litorale

MALTEMPO/ A Fregene scenario catastrofico

La Balnearia Litorale Romano-Assobalneari parla di ‘scenario catastroficò per gli stabilimenti di Fregene sud sferzati da tre giorni da una forte mareggiata. «A rischio sono strutture storiche – afferma il presidente Assobalneari Fiumicino Simonetta Mancini – In queste ore con il bollettino meteo che non promette nulla di buono, assistiamo impotenti ad uno scenario catastrofico: parte del litorale sud di Fregene sta scomparendo sotto i nostri occhi e con esso una parte importante della storia del territorio e del turismo balneare». È forte lo sconforto tra i balneari di Fregene preoccupati dell’avanzata del mare e dell’allargamento del fronte d’azione dell’erosione che, nel suo cammino, risale velocemente verso nord. «Siamo ormai oltre l’emergenza – aggiunge Mancini – Abbiamo più volte rappresentato la nostra disponibilità a collaborare, anche a nostre spese, alla protezione della costa e delle strutture. Abbiamo operato al meglio, individuando anche soluzioni d’avanguardia, economicamente accessibili, utili e a impatto ambientale nullo. Tutto il lavoro è stato reso vano dalle lungaggini burocratiche, ad oggi nonostante un iniziale apprezzamento da parte dell’amministrazione regionale, non c’è stato nessuno esito propositivo. Ci troviamo oggi da soli a cercare di salvare non solo le nostre imprese e strutture ma parte del territorio e della sua storia. La nostra speranza – conclude Mancini – è che le amministrazioni diano concreta attuazione ad interventi di difesa della costa agendo con somma urgenza
«Montino dovrebbe prima vergognarsi e poi dimettersi: da tre anni denunciamo il grave problema dell’erosione a Fregene Sud e lui si sveglia oggi, dimenticando che esiste da tempo un tavolo tecnico regionale istituito dall’assessore Refrigeri con le associazioni di categoria, a seguito di un ordine del giorno votato dal Consiglio regionale nel 2013 che stanziava anche fondi per l’avvio del ripascimento». È quanto dichiara, in una nota, Giuseppe Cangemi, consigliere Ncd della Regione Lazio. «Montino – aggiunge – ha saputo solo tardare all’inverosimile l’inizio dei lavori, avviati a ridosso della stagione estiva 2014 e quindi subito sospesi. Più volte abbiamo richiamato Montino ai suoi doveri di amministratore e il risultato è che la spiaggia di Fregene Sud sta lentamente scomparendo, la scorsa estate alcuni stabilimenti hanno persino dovuto limitare l’accesso ai bagnanti per mancanza di sabbia. Che adesso il cosiddetto sindaco lanci l’allarme, chiedendo aiuto a Zingaretti, fa semplicemente ridere. Montino la smetta di piagnucolare e si dimetta, per manifesta incapacità e per le questioni extra politiche che lo vedono coinvolto».

Ti potrebbero interessare anche:

AssoTutela denuncia, riapre il Lungomare di Ostia
Civitavecchia, l'acqua è di nuovo potabile
Civitavecchia affonda. Il porto è sempre meno competitivo, come invertire la rotta?
MAFIA/ Ostia verso il commissariamento, "illegalità diffusa"
OSTIA/ La Roma-Lido ai francesi? Il Pd punta i piedi, la deve prendere Roma Capitale
SABAUDIA/ I conti del Comune? Sono in ordine, la sfiducia a Lucci è pretetuosa...



wordpress stat