| categoria: sport

Bacca-Boateng, viola ko. Il Milan scaccia la crisi

Sinisa Mihajlovic villeggera’ in montagna magari accompagnato da Adriano Galliani: questa sera pero’ straccia il biglietto di sola andata per l’ultima spiaggia grazie alla vittoria per 2-0 sulla Fiorentina (Bacca e Boateng). Tre punti che avvicinano la squadra di Mihajlovic alla zona Champions (32 in classifica, a -8 dal terzo posto) e danno fiducia al tecnico serbo, finalmente felice. Viola deludenti e poco incisivi: soffrono tanto anche per le assenze di Badelj e di Gonzalo Rodriguez, con Kalinic troppo solo in avanti. Rossoneri motivati e fortunati perche’ trovano subito il gol del vantaggio grazie a Bacca in stato di grazia, puntuale all’appuntamento con la porta. In tribuna c’e’ Conte, Berlusconi – che aveva annunciato la sua presenza a San Siro – diserta lo stadio e dimostra ancora una volta che gli assenti hanno torto. Serata gelida e poca gente sugli spalti per una sfida classica e affascinante. Paulo Sousa, il filosofo del campionato, non trova la chiave di volta della partita: la Fiorentina nel primo tempo non riesce a produrre occasioni, palleggio sterile e lezioso, poche idee e confuse. Il Milan con lo sperimentato 4-4-2 inizia bene e resiste agli attacchi mai veramente pericolosi degli avversari. Bacca trova il gol al 4′, grazie all’imbucata di Bonaventura: il colombiano si sbarazza di Tomovic e trafigge Tatarusanu con un tiro angolato sul secondo palo. La Fiorentina accusa il colpo e barcolla. All’11 Bernardeschi fallisce una facile opportunita’, aspetta troppo e il suo tiro viene murato dalla difesa rossonera. Ilicic prova da 25 metri ma spara alto. Il Milan sembra impaurito anche se Bonaventura mantiene la barra dritta, ubriaca la difesa viola e si dimostra una pedina imprescindibile. Si muove molto Niang, belle le sue accelerate sulla fascia, difende e imposta Montolivo. La Fiorentina risponde con qualche balbettio, molta imprecisione con Borja Valero che sembra fuori posizione e incide poco sulla manovra. I rossoneri hanno fiducia e ci mettono cuore, la Fiorentina e’ la controfigura della squadra del girone di andata e difficilmente potra’ rimettersi in corsa per lo scudetto. Molte lacune soprattutto in attacco, nel complesso il gioco e’ involuto e lezioso. Deludono in tanti e anche il secondo tempo da’ ragione ai rossoneri che meritano la vittoria. All’ 8′ brivido per il Milan: uscita avventurosa di Donnarumma con Astori che non riesce a centrare lo specchio. Antonelli sciupa la palla del 2-0. Niang e’ volenteroso, semina Roncaglia ma il suo cross si infrange sull’esterno della rete. Sousa cerca la mossa per riequilibrare la partita e butta nella mischia Giuseppe Rossi. Risponde Mihajlovic con Kucka al posto di Montolivo che – dopo tante amarezze – esce tra gli applausi di San Siro. Si vede anche Honda, gran botta alta di poco sulla traversa. La Fiorentina e’ sfortunata e perde anche Alonso che si fa male. È il turno di Pasqual mentre nel Milan entra Boateng. I viola provano con Roncaglia, ma e’ bravo Romagnoli a deviare in corner. Poi trova spazio anche Balotelli, che entra in campo ma Conte non lo aspetta e va via prima del fischio finale. Il Milan vuole il raddoppio e lo trova grazie a Boateng che sfrutta al meglio il lancio di Kucka, dribbla Tatarusanu, segna e da’ spettacolo con la sua capriola. Balotelli si toglie qualche soddisfazione, sfuggendo con eleganza a Roncaglia, potrebbe anche segnare ma si fa cogliere in fuorigioco (il suo tiro colpisce l’incrocio dei pali). Finisce cosi’ con la gioia esplosiva di Mihajlovic e di tutta la squadra. Scacciata la crisi e allontanati i fantasmi anche se l’ultima spiaggia forse sara’ sempre dietro l’angolo in questa difficile stagione.

Ti potrebbero interessare anche:

SCI/ Coppa del mondo di Lienz: la Fenninger vince il gigante, Fanchini quinta
La Juve sbanca Napoli e si riprende il campionato
F1/ Usa, vince Hamilton, è campione del mondo
ZEMAN/ "A Roma i calciatori fanno quello che vogliono..."
Due goal alla fine, la Francia si libera a fatica dell'Albania
FROSINONE-BOLOGNA,PARI SENZA PUBBLICO E RETI A TORINO



wordpress stat