| categoria: sport

SCHERMA/ Verso Rio 2016, progetto a sostegno di atleti paralimpici

Emmanuele Emanuele, presidente della Fondazione Terzo Pilastro

È stato presentato ufficialmente questo lunedì mattina il progetto ‘Verso i Giochi Paralimpici Rio 2016’, che vede la Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo, affiancare, sostenere e supportare la Federazione Italiana Scherma nell’importante fase di qualificazione e preparazione alle Paralimpiadi brasiliane. A «tenere a battesimo» il progetto è stato il Comitato Paralimpico Italiano, che non solo ha accolto la conferenza stampa di presentazione, ma che per bocca del Presidente del CIP, Luca Pancalli, ha sottolineato la bontà dell’intesa siglata tra FederScherma e Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo. «L’accordo tra la Federscherma e la Fondazione Terzo Pilastro lancia un messaggio importante -ha detto il vertice del Comitato Paralimpico-. Vogliamo vincere tante medaglie ai Giochi Paralimpici di Rio de Janeiro e allo stesso tempo vogliamo continuare a raccogliere tanti sorrisi. Ho apprezzato quanto fatto dalla FederScherma in questi anni nel processo di completa integrazione della paralimpica come »quarta arma« e l’accordo di oggi, con un partner particolarmente sensibile e con il quale anche il Comitato Paralimpico ha stretto una importante sinergia, attesta la grande maturità dalla scherma italiana». Al Presidente del Comitato Italiano Paralimpico, ha fatto eco il Segretario generale del Coni, Roberto Fabbricini. «Sarà un gran giorno per lo sport italiano quello in cui tutte le Federazioni avranno compiuto i passi della FederScherma -ha sostenuto Fabbricini-. Se tutto il paese prendesse spunto da queste iniziative non avremmo problemi. A nome dello sport italiano voglio ringraziare il Professore Emmanuele Emanuele ed il Presidente, Giorgio Scarso, sia per questo accordo che per quanto già fatto, con serietà ed intensità, nel sostenere l’attività sportiva di questi atleti». Si tratta di una iniziativa mirata alla qualificazione di quanti più atleti possibili al fine di poter partecipare alle gare di scherma paralimpica dei Giochi Paralimpici di Rio de Janeiro 2016, puntando parallelamente alla promozione dell’attività paralimpica su tutto il territorio italiano, comprendendo non solo la scherma in carrozzina ma anche quella riservata ai non vedenti. «Lo sport mi ha sempre accompagnato nel corso della vita, e sono convinto che abbia condizionato positivamente la mia esistenza sia umana che professionale», ha affermato il Presidente della Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo, Prof. Avv. Emmanuele F.M. Emanuele. «Lo sport è disciplina, forma il carattere ed è portatore di valori sani. Ancora più significativo è lo sport praticato dagli atleti diversamente abili (non utilizzo la parola »disabili«, perché a mio avviso questi ragazzi sono persino più abili dei loro colleghi), poiché – oltre a conseguire risultati agonistici davvero significativi, negli anni Novanta, come Presidente del »Club Scherma Roma«, fui il primo a realizzare una sezione sportiva dedicata agli atleti diversamente abili. Ecco perché l’accordo -ha aggiunto Emmanuele- che celebriamo oggi non si limiterà, per ciò che mi riguarda, alle qualificazioni per Rio2016: infatti, quando si incontrano due realtà importanti che hanno la stessa sensibilità e che operano in completa sintonia, diventa naturale lavorare insieme a favore della diffusione del valore fondamentale della solidarietà, per dimostrare, tra l’altro, la grande importanza del mondo paralimpico nella nostra società attuale». A plaudire all’accordo sono stati anche i principali destinatari del progetto, i Commissari tecnici, Francesco Martinelli e Simone Vanni, e gli azzurri della Nazionale paralimpica italiana, tra cui la Campionessa del Mondo di fioretto femminile, categoria B, Beatrice «Bebe» Vio. «Stiamo lavorando sodo per conquistare la qualificazione ai Giochi Paralimpici – ha detto l’azzurra -. Personalmente ho già ottenuto il pass ma l’obiettivo adesso è quello di giocarci le possibilità nella gara a squadre. Devo dire che da quando sono arrivata, tante cose sono cambiate in meglio e a nome di tutti ringrazio il Comitato Paralimpico, la Federazione Scherma ed adesso la Fondazione Terzo Pilastro per il supporto che ci danno».

Ti potrebbero interessare anche:

Milan solo pari con il Chievo, Allegri resta in bilico
CALCIOMERCATO/ Roma sorpasso Nainggolan, Borriello a Firenze?
Inzaghi sorride, il suo Milan può lottare tra i grandi
Il Carpi vince e accende la speranza, la sfortuna frena la Samp
Rio 2016, addio. La Iaaf sospende Alex Schwazer
MERCATO: ROMA «ALISSON VALE 90 MLN», JUVE REBUS PIPITA



wordpress stat