| categoria: politica

Mattarella vola da Obama. Alla Casa Bianca l’8 febbraio

Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ospiterà il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, alla Casa Bianca il prossimo 8 febbraio. Lo ha riferito la stessa Casa Bianca, confermando così la prima visita di Mattarella negli Stati Uniti dal suo insediamento al Quirinale un anno fa. Visita che si terrà dal 6 al 13 febbraio. Al centro dei colloqui nel faccia a faccia che si terrà nello Studio Ovale gli sforzi condivisi nella lotta all’Isis e la crisi dei migranti. L’Italia, ha notato il portavoce della Casa Bianca, Josh Earnest, «è un apprezzato alleato Nato e uno stretto partner in una vasta gamma di sfide globali». Sull’incontro con Obama in particolare, Earnest ha fatto sapere che insieme con Mattarella «il presidente americano discuterà gli sforzi condivisi nella lotta all’Isis e la crisi dei rifugiati». I colloqui, ha continuato, saranno inoltre un’occasione «per uno scambio di vedute sugli sviluppi economici in Europa, sull’importanza di concludere l’accordo sul Transatlantic Trade and Investment Partnership (Ttip) e su altri temi di interesse comune». Il presidente della Repubblica giungerà a Washington in un periodo in cui la capitale americana oltre a essere il principale crocevia delle relazioni internazionali e snodo imprescindibile su molti dossier globali che restano aperti (dalla Siria al rapporto con l’Iran, fino alle strategie per la lotta al terrorismo quotidianamente sotto lo scrutinio di Casa Bianca e Pentagono), è anche privilegiato punto di osservazione per la campagna per le presidenziali Usa, ormai in pieno svolgimento con l’avvio delle primarie. Un bagno di politica ma non solo, quando il presidente Mattarella dalla capitale americana si sposterà a New York e a Houston, in Texas. Nella Grande Mela Matarella presterà particolare attenzione all’Onu, con incontri e colloqui che potrebbero avere un peso anche per la candidatura dell’Italia a un seggio non permanente in seno al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite per il biennio 2017-2019: una decisione che dovrebbe essere presa entro l’anno. Secondo un programma ancora non definitivo, a Washington il presidente Mattarella effettuerà anche una visita al cimitero militare di Arlington e durante la tappa a New York alla Columbia University, a Ellis Island e al Museo Whitney. A Houston invece, il presidente chiuderà la sua missione americana con una visita al Johnson Space Center, sede della Nasa.

Ti potrebbero interessare anche:

Letta: mai più elezione del capo dello Stato con le vecchie regole
SARDEGNA/ Il Consiglio regionale elimina i fondi ai gruppi politici
RAI/ Capodanno "anticipato": licenziato il dirigente Antonio Azzalini
Il blog di Grillo, Merkel scarica Renzi e punta su Berlusconi
Giulia Grillo, aspetto un bambino e lo farò vaccinare
DI MAIO SCARICA VIRGINIA RAGGI



wordpress stat