| categoria: economia

S&P, ripresa Italia verso accelerazione nel 2016

“Ora ci aspettiamo che la ripresa economica in Italia guadagni slancio nel 2016”. Lo scrive Standard & Poor’s in un report sul sistema bancario italiano.La ripresa economica e le riforme offrono “opportunità” alle banche italiane, ma non c’è “nessuna cura istantanea”. Lo afferma Standard & Poor’s in una nota. Secondo S&P sono tre le “debolezze” che si presentano per le banche italiane: “hanno accumulato un grosso stock di crediti deteriorati”, soffrono di rigidità strutturali e scarsa efficienza, e sono molto frammentate e quindi in difficoltà nel conseguire economie di scala. COn la riforma delle popolari, è in arrivo secondo S&P una fase di “consolidamento fra banche regionali e locali” e nel 2016 le autorità dovrebbero riuscire a vendere le quattro ‘good bank’. La ripresa economica in rafforzamento “farà bene” al settore bancario – scrive ancora l’agenzia di rating – soprattutto in termini di qualità degli attivi e capacità di generare utili, anche se solo gradualmente. E l’assicurazione (Gacs) lanciata dal governo per facilitare lo smaltimento delle sofferenze, “anche se positiva, difficilmente farà ripulire velocemente i bilanci”. Per questo motivo, la maggior parte “dei nostri outlook (sui rating delle banche, ndr) rimane stabile”, conclude S&P.

Padoan, 2016 anno di svolta, scende il debito – “Ora siamo nel 2016, ovvero in un anno di svolta” perché da quest’anno “ci attendiamo, non solo il governo ma anche altre istituzioni” tra cui l’Ocse, che “scenda il debito” del Paese. Lo ha detto il ministro dell’economia, Pier Carlo Padoan, intervenendo ad un convegno sul fisco, precisando che le altri variabili della “svolta” sono la crescita e il mercato lavoro.

Padoan, mondo più solido, verso giusta direzione – “Se uno guardasse la finanza per farsi un’idea del mondo avrebbe un’immagine devastante e deprimente ma se si va al di là di questa dimensione e si guarda ai fondamentali si scopre in mondo più solido e che sta andando nella direzione giusta”. Lo ha detto il ministro dell’economia, Pier Carlo Padoan, intervenendo ad un convegno sul fisco.

Padoan, spending-review è viva e vegeta, continua – “La spending review è viva e vegeta e permetterà di riconsiderare interamente il progetto di bilancio: bisogna avere il coraggio di mettere in discussione i bilanci. La spending review continua”. Così il ministro dell’economia, Pier Carlo Padoan.

Ti potrebbero interessare anche:

Crolla il prezzo delle case: -5,6% rispetto al 2012
Marchionne, auto senza guidatore su strade 5 anni
Recupero crediti, un problema per il 70% delle pmi
Fine del tax day e cartelle, tutte le novità del decreto fiscale
Corruzione, Italia 60/ma al mondo. Peggio di noi in Ue solo Grecia e Bulgaria
Istat conferma, inflazione rallenta a luglio all'1,1%



wordpress stat