| categoria: politica

La Meloni nel mirino del web dopo il Family Day, “mi hanno fatto male”

L’annuncio di aspettare un bambino nel corso del family day diventa per Giorgia Meloni un momento da dimenticare. In poche ore i social network (twitter in particolare) diventano una gogna per la leader di Fratelli d’Italia che viene presa di mira da accuse, alcune anche molto pesanti a livello personale, tanto da lasciare la diretta interessata «senza parole», dice all’Ansa. «Questa cosa mi ha fatto male, è la prima volta in vita mia che non so cosa dire», ammette la Meloni nel corso di un colloquio in cui confessa di essere rimasta letteralmente «spiazzata. Mi sono sentita in colpa – racconta – per aver detto una cosa naturale, secondo me anche una bella cosa, che ha avuto pero’ l’effetto di attirare su di me negatività». A prendere le difese dell’ex ministro della Gioventù ci pensano diversi colleghi che in modo assolutamente bipartisan non hanno voluto far mancare il loro sostegno. E alla leader di Fratelli d’Italia è arrivato anche un mazzo di rose rosse e lilium inviato da Matteo Renzi. A schierarsi al fianco del presidente di Fdi è innanzitutto Laura Boldrini. La presidente della Camera è tra le (poche) donne pronte a stigmatizzare «gli insulti a sfondo sessista dei quali in queste ore e’ fatta oggetto Giorgia Meloni. La critica politica – accusa – anche la più aspra, non deve mai confondersi con lo squallore. Manifestazioni di solidarietà arrivano anche dalla parte ‘avversaria’: il vice segretario del Pd Lorenzo Guerini che affida ad un cinguettio il suo commento: »Mi divide tutto dalla Meloni (anche modo e contesto dell’annuncio) ma gli insulti sulla sua gravidanza sono sessisti e volgari«. Usa quasi le stesse parole l’ex collega di partito ai tempi del Pdl, Maurizio Lupi: »Gli idioti che insultano non son degni neanche di una risposta. Piuttosto, Giorgia, tutti i miei auguri per la bella notizia«, scrive su twitter il capogruppo di Ap. A fare quadrato intorno al loro leader ci pensano i colleghi di partito. Il capogruppo di Fratelli d’Italia, Fabio Rampelli che denuncia »il silenzio delle donne di sinistra sulla campagna indecente di insulti, volgarità e becerume di ogni sorta« mentre Ignazio La Russa si dice convinto che sull’annuncio fatto dalla Meloni senza alcuna connotazione politica e nel giorno più bello per la famiglia, i professionisti dell’insulto e dell’odio cercano la bagarre mediatica». E, nonostante le distanze siderali, a difendere la leader di Fdi si schiera anche Monica Cirinnà, ‘madre’ del disegno di legge sulle Unioni civili: «Quello che è accaduto a Giorgia Meloni e’ sicuramente un attacco sessista e da donna mi indigno. Da lei mi dividono molte cose, ma oggi mi schiero al suo fianco contro volgarità inaccettabili». Sostegno anche dalle ex colleghe di partito come Mara Carfagna e Laura Ravetto «Conoscendo Giorgia – sottolinea la deputata azzurra – sono convinta che tutta questa sorta di cyberbullismo non farà altro che temprare ulteriormente il carattere della futura mamma e del nascituro».

Ti potrebbero interessare anche:

QUIRINALE/ 1 - Sorpresa, la Cgil attacca Napolitano
'Far votare gli immigrati alle amministrative': la proposta dell'ex ministro Kyenge
CONSULTA/ Verso tandem "rosa" Sciarra-Sandulli?
Nuovi orari Ue per i medici, il governo pensa a tremila nuove assunzioni e a una deroga di tre mesi
La "vendetta" di Renzi, Boschi e La7, un teatrino insopportabile
Renzi ha dimenticato la promessa: nella manovra niente freni alle slot machine



wordpress stat