| categoria: sanità Lazio

LISTE D’ATTESA/ Belcolle, 326 giorni per una ecografia

Sanità, il 2016 è già iniziato male. Questo mese nessuna delle strutture ospedaliere del Lazio è in grado di assicurare ai propri pazienti un esame entro i tempi previsti dalla legge che, in molti casi, definirli biblici è un eufemismo: l’attesa arriva fino a un anno.

È quanto emerge dai dati del Centro unico di prenotazione della Regione Lazio (Re-Cup), riportata da il quotidiano Il Tempo, che segnala ben 115 appuntamenti oltre i 100 giorni, 59 oltre i 200 e 15 oltre i 300 giorni a gennaio. E tra questi 3 arrivano a un anno preciso: oltre ai 364 giorni per la risonanza al Pertini e se ne devono attendere altrettanti per poter effettuare sia l’ecodoppler dei tronchi sovraortici all’ospedale di Frosinone sia quello degli arti ad Anzio. Gli appuntamenti di prenotazione ordinaria, ovvero quelli non urgenti, arrivano quindi a decuplicare i tempi previsti dalla legge (30 giorni per le visite ambulatoriali, 60 giorni per le prestazioni diagnostiche per immagine).

Analizzando i dati nel dettaglio, si scopre, o meglio si conferma, una situazione imbarazzante. Ospedali dove, addirittura, l’attesa sale a un anno. Per fare qualche esempio, per prenotare una esofagogastroscopia, non solo non esiste alcuna struttura laziale a garantire ai pazienti un lasso di tempo breve, ma all’Andosilla di Civita Castellana i tempi si allungano addirittura fino 310 giorni. Per lo stesso esame, al Nuovo Regina Margherita di Roma ne occorrono ”solo” 144.

Sempre nella Tuscia, invece, all’ospedale di Tarquinia, una donna dovrà attendere 322 giorni per una mammografia. E non va meglio nella Capitale, dove al centro Sant’Anna l’attesa è di 271 giorni. Se un paziente viterbese, invece, dovesse aver bisogno di un’ecografia del capo e del collo, farebbe meglio a cambiare città, anzi, regione: a Belcolle passano 326 giorni, al San Filippo Neri di Roma ”soltanto” 288, in pratica 9 mesi e mezzo.

Serve una visita oculistica? A Latina occorrono 352 giorni, 291 alla Asl Roma 3 e 239 alla Asl Roma 1. Ancora: per farsi vedere da un ortopedico al Grassi di Ostia passano 321 giorni, per un elettrocardiogramma dinamico Holter, i giorni arrivano a 346 all’ospedale di Formia, 336, invece, per una visita dermatologica a Velletri.

Ti potrebbero interessare anche:

Sos Capodarco, Storace visita il Recup
Tarquinia, dimesso dal Pronto Soccorso muore bimbo di tre anni. Due indagati
Cassino, il centro trasfusionale del S.Scolastica non va chiuso
Nuovo super laboratorio al Gemelli, smaltirà il 75% degli esami del sangue effettuati
Belcolle, si eseguono interventi di isterectomia laparoscopica
EDITORIALE/ Perchè Raggi e D'Amato litigano sulla sanità



wordpress stat