| categoria: sanità

Zika, nuovo caso di infezione a Roma, di rientro dal Brasile

Nuova diagnosi di virus Zika, questa volta a Roma. «È stato appena diagnosticato un caso di infezione da Zika virus in una persona italiana, che ha soggiornato in Brasile nella seconda metà del mese di gennaio. Al rientro la persona ha manifestato insorgenza di rash cutaneo, senza febbre o altri sintomi. Dopo 2 giorni si è presentata all’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani dove è stata visitata», fanno sapere i medici. Gli esami virologici specifici per arbovirosi effettuati hanno messo in evidenza la presenza di infezione da Zika virus. Lo Spallanzani ha attivato un percorso ambulatoriale per le malattie tropicali (06-55170362). Il personale sanitario che si trova a valutare soggetti con sospetto di infezione o con infezione confermata può contattare Ambulatorio di malattie infettive e tropicali dello stesso istituto (che è anche la struttura di riferimento identificata per il Piano Regionale Giubileo Straordinario 2015-26). Inoltre, il virus Zika è stato inserito nei protocolli per la valutazione effettuata dall’ambulatorio per le infezioni in gravidanza presente in Istituto (06-55170362 o 55170305). Le donne in gravidanza, in casi di particolare urgenza, possono contattare il centralino dell’Istituto (06-551701).

Ti potrebbero interessare anche:

Vaccini Fluad scagionati, test tutti negativi
Piano nazionale vaccini. Tutto rinviato al 5 novembre
Legge di Stabilità, 8 miliardi di tagli alla sanità tra 2015 e 2019?
Sei milioni di obesi in Italia Per 600 mila serve intervento chiururgico
Coronavirus, positivo direttore generale Aifa
Brusaferro (Iss): "Curva epidemica ancora in calo"



wordpress stat