| categoria: Roma e Lazio

IL PUNTO/ Zingaretti e le sue responsabilità negli abusi sui disabili del centro di Grottaferrata

I Nas intervengono per stoppare una brutta situazione in una struttura di riabilitazione a Grottaferrata. Disabili umiliati e maltrattati, dieci fermi. Mesi di accertamenti dopo segnalazioni pare partite dal vertice della struttura stessa. Plaude il ministro Lorenzin, plaude il governatore Zingaretti. «Per la vicenda degli abusi sui disabili denunciata oggi un grande plauso va ai Carabineri del Nas. Le indagini hanno permesso, anche con la collaborazione della proprietà della struttura, di porre fine ad un clima di vessazioni e violenza contro i disabili ospitati» – afferma in una nota il Presidente della Regione Lazio. «I crimini contro i più deboli sono i più odiosi perché compiuti contro persone che non si possono difendere. L’unico argine contro questi atteggiamenti è una forte azione di vigilanza e l’attenzione delle Istituzioni e delle Forze dell’Ordine nel segnalare e reprimere condotte odiose. Penso che sia giusto, come propone il Ministro Lorenzin, approvare una legge che inasprisca le pene per chi si macchia di questi reati». Lasciamo al governatore dire quello che vuole, per carità. Ma non manchiamo di sottolineare che Zingaretti dovrebbe autosospendersi e auto-inquisirsi, per lo meno. La struttura in questione è definita di eccellenza, è accreditata, svolge diverse attività sul territorio. La Regione Lazio ha dunque ritenuto che la medesima sia affidabile, se ne è assunta la responsabilità. Ha vigilato? Si è preoccupata di verificare che gli utenti di quel territorio ricevessero cure adeguate e servizi concordati? La direzione di quella azienda sostiene di aver fatto partire le indagini, evidentemente qualcuno si era accorto che le cose non andavano nel verso giusto. Per avere dieci arresti sul tavolo le cose andavano molto, ma molto male. Ma non si è stoppato nulla. Regione e Centro si sono consultate, hanno preso coscienza che dei disabili erano trattati come bestie? Non hanno ritenuto di dover intervenire subito? Ancora. I controlli non esercitati correttamente, la scelta di personale evidentemente non adatto porta a delle responsabilità? Inasprire le pene serve, sicuramente, ma punire le responsabilità a monte? Zingaretti non sarà responsabile in solido, ma con l’omesso controllo come la mettiamo?

Ti potrebbero interessare anche:

Addio nel Lazio al modello del tradizionale infermiere?
SPECIALE ELEZIONI/La Tuscia continua a preferire il Pd
Arrestati avvocato e attore, il bar del tribunale centrale dello spaccio
Virginia Raggi, slitta l'interrogatorio in Procura
Stadio Roma, ok Campidoglio entro il 15 giugno
CREPE SUL MURO DEL PONTICELLO FERROVIARIO DI VIA DEI GROTTONI



wordpress stat