| categoria: Cultura

SCALA/ Torna l’incanto dello Schiaccianoci con Roberto Bolle

Anche sotto Carnevale la magia natalizia dello Schiaccianoci si è ripetuta questa sera alla Scala: 9 minuti di applausi hanno sancito nuovamente il successo della fiaba di ?ajkovskij e Petipa che già diede inizio alla scorsa stagione del balletto scaligero registrando di seguito il tutto esaurito. Con pochissimi cambi di cast rispetto a un anno fa, a partire dai protagonisti Maria Eichwald e Roberto Bolle, è tornato l’incanto della versione minimale e neoclassica firmata da Nacho Duato, merito anche delle memorabili arie dirette da Vladimir Fedoseyev e delle scene evocative ed essenziali di Jér“me Kaplan. Se l’atmosfera della Russia innevata a Natale domina il primo atto, uno spirito carnevalesco in anticipo sul calendario ambrosiano compare a tratti, come nella buona prova del Pierrot di Marco Messina o nella parata del secondo atto. Ma in questo frangente sono i passi meno pittoreschi e burleschi a conquistare la platea e i palchi gremiti del teatro milanese, in particolare la Danza Araba di Antonina Chapkina e la Danza Francese di Alessandra Vassallo e Marco Agostino che hanno ottenuto perfino più successo del celebre e applaudito Valzer dei Fiori. Spicca ancora una volta la figura di Drosselmeyer, ripreso da Giuseppe Conte: nel corso dell’intero spettacolo, prima come compagno di giochi della piccola Clara e poi come demiurgo del sogno, lo zio-narratore sposta il racconto dalla Russia del primo Novecento alla fiaba senza tempo, complice la presenza delle marionette di Carlo Colla. Le ovazioni più calorose sono state destinate comunque a Bolle che, prima di recarsi all’Ariston come ospite del Festival di Sanremo, affascina di nuovo il suo teatro da protagonista: dosando l’altetismo dei suoi precisi salti con un linguaggio corporeo espressivo l’étoile scaligera allo stesso tempo sa incarnare l’elegante forza del Principe e le metamorfosi del giocattolo. Gli fa eco una Eichwald che grazie ai suoi talenti di grazia ed equilibrio è stata capace di dare vita al personaggio di Clara nelle sue diverse sfumature, ora bimba vivace ora esploratrice del suo stesso sogno, da una parte presenza letteralmente trascinata dal frutto della sua immaginazione e dall’altra fanciulla che partecipa a un giocoso rito di passaggio. ‘Lo Schiaccianoci’ di Nacho Duato è in programma fino al 13 marzo con la coppia Bolle-Eichwald di ritorno nelle repliche dell’11, 16, 18 e 28 febbraio: nel giorno di San Valentino è prevista anche una replica pomeridiana per gli abbonati al Balletto Under30.

Ti potrebbero interessare anche:

Pompei: archeologi, fiducia al ministro Bray
SCIENZA/ Su Marte tutti gli ingredienti della vita
MOSTRE/ Picasso infinito, l'omaggio di Madrid e Saragozza
Salisburgo, Gatti e Wiener, un trovatore stellare
Piero Angela guida d'eccezione al Foro di Cesare
Jemolo e le Mura di Roma



wordpress stat