| categoria: economia, Senza categoria

Conti pubblici, sale il debito: a dicembre ha superato quota 2.169 miliardi

A fine dicembre 2015 il debito delle Amministrazioni pubbliche si è attestato 2.169,9 miliardi. Lo comunica Bankitalia nel Supplemento «Finanza pubblica, fabbisogno e debito» precisando che il debito è salito di 33,8 miliardi rispetto a fine 2014, quando ammontava a 2.136,0 miliardi (132,4 per cento del pil). Il debito di fine dicembre è invece calato rispetto a quello di novembre 2015 quando si era attestato a 2.212 miliardi.

Aumentano anche le entrate nel 2015. A fine dicembre scorso, le entrate tributarie sono state infatti pari a 433.483 milioni di euro, con un incremento del 6,4% rispetto ai 407.579 milioni dello stesso mese del 2014. Nel solo mese di dicembre le entrate tributarie si sono attestate a 80.144 milioni di euro, contro i 68.525 di dicembre 2014.

Tornando al debito, Bankitalia precisa che l’aumento di 33,8 miliardi nel 2015 è stato inferiore al fabbisogno delle Amministrazioni pubbliche (49,3 miliardi) per effetto della diminuzione di 10,7 miliardi delle disponibilità liquide del Tesoro (collocatesi a fine anno a 35,7 miliardi) e degli scarti e dei premi di emissione che hanno contenuto il debito per 5,1 miliardi. Di contro, le variazioni dei cambi hanno aumentato il debito di 0,3 miliardi.

Con riferimento alla ripartizione per sottosettori, il debito consolidato delle Amministrazioni centrali è cresciuto di 40,5 miliardi, a 2.077,5, mentre quello delle Amministrazioni locali è diminuito di 6,6 miliardi, a 92,3. Il debito degli Enti di previdenza si è ridotto di 0,1 miliardi. Al 31 dicembre 2015, inoltre, il contributo italiano al sostegno finanziario ai paesi della UEM ammontava a 58,2 miliardi (contro i 60,3 alla fine del 2014): 10 miliardi di prestiti bilaterali alla Grecia, 33,9 miliardi erogati per il tramite dell’European Financial Stability Facility (EFSF) e 14,3 miliardi di contributo al capitale dello European Stability Mechanism (ESM).

Ti potrebbero interessare anche:

Francia: Si' dell'Assemblea Nazionale alle nozze gay
Ma Grillo ha perso la testa?
Confindustria: calo del Pil, in frenata nel terzo trimestre
L'Udinese ferma l'Inter, fischi a San Siro
ROMA/ Procura apre fascicolo sull'attacco informatico al Tribunale
Inpgi: dai nuovi prepensionamenti attacco alla Cassa ed ai giornalisti



wordpress stat