| categoria: Musica

Stash, pronti per nuovo album e sbarco negli Usa

Dalla vittoria ad Amici agli Stati Uniti, passando per qualche disco di platino (tre per la precisione, con Out), un tour da tutto esaurito e un seguito da vere star. I The Kolors, capitanati dal 26enne Antonio «Stash» Fiordispino, il carismatico leader dal ciuffo perfetto, sono pronti al grande salto. «Più che altro abbiamo cominciato a seminare qualcosa. Quando si sono accorti di noi in America, con una radio che ha trasmesso Everytime, ci è sembrato incredibile. E quando mi hanno chiesto se volevo andare, lo è stato ancora di più e sono partito subito – spiega Stash all’ANSA -. È il risultato della nostra perseveranza, del lavoro fatto bene finora: il nostro nuovo disco lo registreremo lì». Già, il prossimo disco. Quello che dovrà prendere il testimone da Out, che è stato il terzo album più venduto del 2015 con quella strizzatina d’occhi all’underground, ma «rimanendo sempre nella culla del pop», dietro mostri sacri come Jovanotti e Tiziano Ferro. «Si dice che il secondo lavoro sia il più difficile, ma in realtà era Out il nostro secondo disco – dice scaramanticamente il frontman, da buon campano -, prima era già uscito I want. Comunque ci stiamo lavorando, in questo periodo sto facendo il ‘topo da studio’. Sono rinchiuso a scrivere, a comporre. Ho migliaia di idee. Vorrei che il disco fosse già pronto domani, ma io sono noto per la mia pignoleria, figuriamoci ora… comunque entro l’anno uscirà: la musica è l’unica moneta che ho per ripagare chi crede in me». Intanto, in attesa del nuovo lavoro, i The Kolors hanno deciso di ringraziare i fan con una special edition di Out, in uscita domani, in contemporanea con il rilascio in radio di Me Minus You. «Volevamo fare un regalo ai fan che ci hanno supportato in questi mesi», afferma ancora Stash. Il repack contiene il brano Ok e una versione acustica della hit Everytime. «Con un assolo di chitarra in stile anni Settanta che tradisce le mie origini musicali». Origini che la band non ha voluto tradire, decidendo di non presentarsi al Festival. «Oltre al fatto che cantiamo in inglese, non volevamo snaturarci per approfittare della vetrina sanremese. Non sarebbe stato in linea con il percorso che stiamo facendo». A guardarlo, però, lo hanno guardato: «Da figlio di uno che ama i Pooh mi ha emozionato la stretta di mano tra Roby Facchinetti e Riccardo Fogli, e poi Elisa». Ospiti, e non in gara. «No, no… ho bisogno di tempo per assimilare le canzoni, ma mi è piaciuto Rocco Hunt. Anche nella mia musica, come nella sua, c’è tanta Napoli». Al via da sabato il firmacopie, a maggio, The Kolors tornano anche dal vivo con due appuntamenti speciali: il 16 maggio all’Alcatraz di Milano e il 23 all’Atlantico di Roma. La band è anche in corsa per i Kid’s Choice Awards 2016 di Nickelodeon nella categoria «Cantante italiano preferito», TIM Music On Stage Awards «Migliore Fan Base», «Talento Italiano del Futuro» e «Miglior Look».

Ti potrebbero interessare anche:

Per Malgioglio 40 anni di carriera
MUSICA/ Petrenko alla guida dei Berliner, è il primo russo
MUSICA/ Caetano e Gil, i carioca incantano 21 anni dopo
Adele dei record: con "Hello" un miliardo di visualizzazioni
Beyoncé compie 35 anni, buon compleanno alla Queen B
MUSICA: DAL 29 AGOSTO A TREVISO TORNA L'HOME FESTIVAL



wordpress stat