| categoria: sanità, Senza categoria

Malato in carrozzina “abbandonato” in ospedale dopo la visita

Non ci sono più ambulanze “di servizio”, settantunenne dopo la visita in ospedale torna a casa grazie alla buona volontà di un privato. E’ accaduto a San Donà, nel profondo Veneto una sconosciuta, vittima L.F., residente a Mussetta, soffre di diabete e di Parkinson e da tre anni si sposta in carrozzella. L’Azienda sanitaria spiega che è stata applicata una normativa introdotta da poco per cui il trasporto gratuito in ambulanza è possibile solo se la persona è “allettata”, ossia in condizioni di oggettiva necessità. I sanitari hanno allertato l’ambulanza a pagamento, rifiutata però sulle prime dal paziente; poi, compreso il disagio, hanno aiutato l’anziano a salire sull’auto di una donna. Solo la solidarietà di un singolo ha sopperito all’inefficienza del sistema.

Ti potrebbero interessare anche:

Lite in tv con Alessandra Mussolini sul duce
Embrioni morti per black out, condannato il Fatebenefratelli di Milano
Ilva, allo studio l'anticipo del commissariamento
Ecco i nuovi Lea: entrano epidurale, procreazione medicalmente assistita, screening neonatali e Ict...
FISCO/ Nuovo Isee più selettivo, calano i furbetti ma anche le domande(-25%)
Infezioni sessuali per 215 milioni di persone l'anno, nuove linee guida



wordpress stat