| categoria: Roma e Lazio

La “conversione” di Bertolaso: ora tolleranza zero sui rom

«Le mie dichiarazioni di alcuni giorni fa sui rom sono state purtroppo manipolate e strumentalizzate. Forse Salvini aveva ragione a reagire in quel modo; anche io, se avessi letto quelle frasi, sarei rimasto colpito in negativo. Si è trattato di un malinteso». Così Guido Bertolaso, candidato sindaco di Roma, intervistato da Libero. «Il mio pensiero – ha sottolineato – andava in direzione completamente opposta a quei titoli. Quello che avevo provato a dare era un giudizio storico su rom e sinti; nessuno può negare il fatto che nei secoli passati abbiano subito persecuzioni e, infatti, ad Auschwitz sono stati assassinati migliaia di rom, oltre a milioni di ebrei. Mi riferivo a quello, che è un fatto storico innegabile. Oggi – ha aggiunto -, da quello che si vede a Roma come in altre città italiane, gli insediamenti rom rappresentano spesso un problema; donne e bambini vengono sfruttati per mendicare o fare piccoli furti, si creano contesti socialmente inaccettabili e tutto ciò rappresenta un disturbo alla pacifica convivenza. Serve – ha concluso – una nuova strategia».

Ti potrebbero interessare anche:

Severino Antinori candidato alla presidenza del Lazio
Accordo fatto, Cosentino il nuovo segretario del Pd capitolino
Ostia, pendolare ferito alla testa da un pezzo di soffitto di un autobus
Mafia Capitale, Corte Conti Roma chiede 21 milioni a Odevaine, Panzironi e altri 19
Distrutto dal fuoco un magazzino cinese: in fiamme migliaia di vestiti
Raggi, con tacchi alti donne inciampano su sampietrini, basta usare quelli più ampi



wordpress stat