banner speciale sanremo 2020
| categoria: politica

CONGRESSO PD/ Da Zingaretti a Moretti, su chi punta Rossi per scalzare Renzi dalla poltrona di segretario

La minoranza dem. Ma non solo. Su chi punta Rossi per scalzare Matteo Renzi dalla poltrona di segretario? Il governatore della Toscana sta costruendo da mesi una rete di contatti per provare la scalata al Nazareno.  Può contare su un nocciolo duro di sostenitori negli esponenti Pd che hanno fatto parte della classe dirigente del partito nell’era Bersani. Da Miguel Gotor a Nico Stumpo. Bisognerà capire cosa vuole fare da grande Roberto Speranza.  Se deciderà di candidarsi alla segreteria, facendo il terzo incomodo, o se confluirá su “Enrico”, per unire le forze e rendere più credibile l’ipotesi di un cambio di rotta ai vertici dem. Ma la sfida vera di Rossi riguarda pezzi di Pd che finora sono rimasti neutri. Da Nicola Zingaretti ad Alessandra Moretti, rimasta delusa dopo la debacle in Veneto, per cui ha dovuto rinunciare al posto da europarlamentare appena conquistato nel 2014. E che farà Matteo Orfini, oggi vicino a Renzi, ma con posizioni molto vicine a quelle di Rossi? “Io faccio sul serio – ha dichiarato il presidente della Regione Toscana – Mi candido con l’idea di superare una contrapposizione tra renziani e antirenziani che non mi sembra faccia bene al partito. Io non sono renziano e mi candido in alternativa a Renzi”. “Diversamente da altri, come gli amici ‘turchi’ che fanno parte della maggioranza, io mi candiderò, se avrò i numeri, in alternativa a Renzi. Ma non condivido neanche certe posizioni della sinistra, con cui ovviamente dialogo e penso che in questo partito bisogna starci con le proprie posizioni con serenità”.

Ti potrebbero interessare anche:

Imu, sospesa per le prime case. Niente da fare per le imprese
Pd, in scena rottamatori e rottamandi. Prevale l'unità
Finanziamento pubblico ai partiti, presentato al Senato il ddl del Governo
Procura nazionale antimafia, il Csm boccia Di Matteo
Boschi: chi è per no al referendum non rispetta lavoro Parlamento
Tre milioni per Radio Radicale, la maggioranza si spacca



wordpress stat