| categoria: Nutrizione e Salute, salute

LA NUTRIZIONISTA – A tu per tu con Lara Lanuzza – I modi più sani per cucinare gli alimenti

Saper mangiare vuol dire anche scegliere dei metodi di cottura adatti agli alimenti che ne preservino i nutrienti e non sprigionino sostanze nocive. Non tutti sanno, ad esempio, che se un alimento sano viene cotto per troppo tempo o a temperature troppo alte, perde quasi completamente il suo contenuto vitaminico e minerale. Quindi perché non imparare a cucinare in modo sano?
Vi riporto qui di seguito cinque metodi di cottura sani e gli alimenti migliori con cui utilizzarli.

1. COTTURA AL VAPORE: semplice e veloce, mantiene intatto il contenuto di proteine e vitamine idrosolubili, riduce al minimo l’utilizzo di grassi, dando un taglio netto alle calorie extra. E’ perfetta per il pesce perché non ne asciuga la carne, per le zucchine, gli asparagi, le pere e il petto di pollo. Per insaporire gli alimenti, il sale è poco utile in quanto evaporerebbe molto in fretta: meglio preferire del succo di limone, per evitare anche un eccesso di sodio.

2. WOK: non è necessario dotarsi della speciale padella, ma va tenuto a mente che questo tipo di cottura si basa su alte temperature per brevissimo tempo. Gli alimenti vanno tagliati in piccoli pezzi, che saranno cotti velocemente, mescolati continuamente e infine conditi con meno di un cucchiaino di olio. I migliori candidati sono broccoli, cavoli, funghi, maiale, gamberi e pollo.

3. CALORE DIRETTO: a differenza della cottura alla griglia, in cui gli alimenti si trovano al di sopra della fonte di calore, in questo caso si trovano sotto la fonte di calore. Basta inserirli nella parte più alta del forno, per una cottura a secco che non richiede aggiunta di altre sostanze. Gli alimenti migliori sono il salmone, pesce più oleoso e quindi poco predisposto a seccare, il manzo, il mais e la zucca. Per un sapore extra, marinare questi alimenti un’ora prima di cuocerli.

4. MICROONDRE: si basa sull’utilizzo del vapore e consente di cuocere eliminando totalmente i grassi e conservando intatti i nutrienti. Tutta la verdura in generale, barbabietole e ravanelli sono ideali, ed è importante utilizzare contenitori in vetro, ceramica o plastica per contenitori alimentari per evitare il passaggio di sostanze tossiche dal contenitore al contenuto. Un trucco: se tagliati, patate e ravanelli cuociono in quattordici minuti, gli spinaci in tre, i cavolfiori e i broccoli in sei. Con una mela tagliata, cosparsa di cannella e zucchero, si ottiene poi un’ottima salsa di mele.

5. COTTURA A PRESSIONE: richiedendo poco tempo e acqua, mantiene intatti vitamine e minerali; il vapore all’interno crea il liquido di cottura, rendendo superfluo l’olio. Le verdure richiedono tre minuti, il riso cinque, il pollo quindici. Carciofi, agnello, risotti, fagioli e zuppe sono gli alimenti ideali.

Dott.ssa Lara Lanuzza
Biologo Nutrizionista
Via Stefano Boccapaduli 22
00151 Roma
Tel.: +39-3338766758

Potete entrare direttamente in contatto con la dottoressa attraverso la sua pagina Facebook, . Alcuni vostri messaggi potrebbero essere pubblicati all’interno del giornale, garantendo ovviamente – ove richiesto l’anonimato. Buona lettura!

Ti potrebbero interessare anche:

Dorme male chi mangia male, troppo caffe' e cioccolata
Il cioccolato fondente aiuta a dormire. Nella dieta del sonno anche frutta e verdura
Ogni anno un chilo di additivi nel piatto, aumentano le allergie
Lo smartphone a letto “può causare cecità temporanea”?
Donne esposte a smog più a rischio tumore al seno
Lo stress incide nella comparsa di malattie autoimmuni



wordpress stat