| categoria: Roma e Lazio

Ama caos, se ne va il direttore generale

Alessandro Filippi, 46 anni, direttore generale dal dicembre del 2014 all’Ama dove ha rilanciato la differenziata e contribuito a riorganizzare l’azienda, lascia. A questo punto sul tavolo del commissario straordinario Francesco Paolo Tronca si apre una nuova pratica delicata, perché si tratta di uno degli incarichi più importanti e operativi dell’Ama. Filippi andò a ricoprire il ruolo di dg all’azienda dei rifiuti prendendo l’aspettativa dall’Acea. Il periodo concesso è terminato e non sono possibili proroghe. Tronca ha due opzioni: la più semplice è riassegnare quel ruolo al presidente Daniele Fortini, aspettando che poi il futuro sindaco decida il nuovo organigramma; attingere dai dirigenti interni all’Ama o al Comune.
Va ricordato che il ruolo di direttore generale dell’azienda dei rifiuti è particolarmente rovente, visto che alcuni di coloro che l’hanno ricoperto prima di Filippi sono stati coinvolti in alcune inchieste giudiziaire, a partire da Giovanni Fiscon, tra gli imputati del processo di Mafia Capitale.

Ti potrebbero interessare anche:

Anche Viterbo alle urne, si vota in 42 comuni del Lazio
LAZIO/Zingaretti: "situazione drammatica ma non getto la spugna"
ROMA/ Nieri, partiti gli interventi di manutenzione del verde pubblico in periferia
Imbarazzo nel Pd, il caso schede-bianche riaccende polemiche e veleni
ROMA VIOLENTA/ Ostiense, automobilista picchia pedone con il calcio della pistola: arrestato
Risse, aggressioni, sparatorie. Chiusi tre locali notturni



wordpress stat