| categoria: esteri

Brasile, giudice scarcera il vicepresidente di Facebook

Il giudice Ruy Pinheiro, del tribunale brasiliano di Sergipe (nord-est), ha ordinato la scarcerazione del vicepresidente di Facebook per l’America Latina, Diego Dzodan, arrestato ieri a San Paolo su mandato di un altro magistrato di Sergipe. Nel suo provvedimento, Pinheiro afferma che la detenzione di Dzodan configura una «evidente coercizione illegale», non esistendo processo o inchiesta a carico del dirigente, né prove che abbia agito con l’intenzione di impedire il lavoro degli inquirenti. Ieri, il numero due di Facebook per il Sudamerica era finito in manette con l’accusa di aver ostacolato le indagini riguardanti un processo penale per traffico di droga caratterizzato dal segreto istruttorio.

Ti potrebbero interessare anche:

L'influenza mette in ginocchio gli Usa, a New York stato d'emergenza
Norvegese stuprata a Dubai, condannata
UE/ Londra teme gli arrivi di romeni e bulgari, ma non si torna indietro
Golan, raid israeliano contro Hezbollah: 5 morti, tra i quali un comandante
MIGRANTI/ UE all'Italia: anche la forza per prelevare le impronte
Italiana fermata a Istanbul: accusata di fare propaganda per il PKK. Sarà espulsa



wordpress stat