| categoria: attualità

Repubblica e La Stampa, un solo giornale, a De Benedetti (Cir) il 40%

Fca, il gruppo L’Espresso e Itedi hanno annunciato di voler procedere ad un’operazione finalizzata alla creazione del primo gruppo editoriale italiano nell’informazione. E’ stato scritto un memorandum d’intesa che prevede la fusione di Itedi con la societa’ Italiana Gruppo Editoriale L’Espresso. Sulla base del range di valutazione preliminare stabilito fra le parti, Fca avra’ il 16% circa del capitale del nuovo gruppo, Ital Presso Holding (famiglia Perrone) ne deterra’ il 5% circa e la Cir oltre il 40%.
Exor ha annunciato in una nota l’intenzione di dismettere la partecipazione in Rcs Mediagroup che ricevera’ da Fca al perfezionamento della relativa operazione di distribuzione gia’ comunicata al mercato. La cessione verra’ effettuata in linea con le prassi di mercato per operazioni similari, nei tempi e modi opportuni e secondo le norme vigenti e si concludera’ entro il primo trimestre del 2017, momento in cui e’ previsto il perfezionamento della fusione di Itedi con il Gruppo Editoriale l’Espresso.
Il Memorandum d’intesa tra Itedi e Epresso – afferma un comunicato Fca – e’ vincolante per le parti e, subordinatamente al verificarsi delle condizioni del Memorandum, prevede che esse sottoscrivano accordi definitivi relativi all’operazione entro il 30 giugno 2016. Il perfezionamento della fusione e’ previsto nel primo trimestre del 2017, subordinatamente all’ottenimento delle necessarie autorizzazioni da parte delle competenti autorita’ e al verificarsi delle condizioni sospensive tipiche per operazioni di tale tipologia (quali ad esempio il completamento delle attivita’ di due diligence e l’ottenimento delle necessarie autorizzazioni societarie). A seguito del perfezionamento della fusione e nei tempi tecnici necessari, Fca distribuira’ l’intera partecipazione detenuta nel nuovo gruppo ai possessori delle proprie azioni ordinarie.

De Benedetti: Svolta per il Gruppo Espresso
“L’accordo segna una svolta importante per il Gruppo Espresso che avvia oggi un nuovo percorso di sviluppo, garanzia di un solido futuro in un mercato difficile. La missione di questa casa e’ sempre stata l’editoria, al servizio di una crescita civile del Paese. Con questa operazione l’impegno viene riconfermato e accresciuto”. E’ quanto ha affermato il presidente del gruppo editoriale L’Espresso, Carlo De Benedetti, a commento dell’accordo per la fusione fra Espresso e Itedi che portera’ alla nascita del nuovo gruppo editoriale italiano.
“L’accordo che abbiamo raggiunto con il gruppo l’Espresso portera’ alla creazione di una nuova realta’ nella quale fonderemo tutte le nostre attivita’ editoriali. La societa’ sara’ leader nel settore dell’informazione in Italia, in grado di offrire la piu’ ampia e completa gamma di contenuti e di servizi giornalistici, in forma cartacea e digitale. Cosi’ John Elkann ai dipendenti Itedi, la holding cui fa capo la Stampa, in procinto di fondersi col gruppo L’Epresso. “E’ proprio guardando al futuro – continua Elkann – che oggi annunciamo questo nuovo Gruppo editoriale, il quale rappresenta insieme un avvincente progetto imprenditoriale nel mondo dei media e un atto di fiducia nei confronti dei giornali. La sua e la nostra missione non sara’ adattarsi alle novita’, ma al contrario guidare e se possibile anticipare i cambiamenti che continueranno a emergere a ritmo incessante nel nostro settore: una certezza, questa, che rende cosi’ unico, interessante e vivo il mondo dell’informazione”.

Ti potrebbero interessare anche:

Il Cda di Mps: situazione sotto controllo, sconcerto per gli attacchi politici
VATICANO/ Francesco I, la notte a Santa Marta, domani in preghiera. Sabato i giornalisti, il 19 l'in...
Papa Francesco insiste sul tabù: "Basta abusi sui bambini"
Armato di coltello attacca centro disabili in Giappone, uccise 19 persone, 45 feriti
Attacco in Egitto ad un bus di copti: 35 morti, tra le vittime anche bambini
Coronavirus, in Italia 92 morti nelle ultime 24 ore



wordpress stat