| categoria: attualità

Reggia di Caserta, la Uil sospende i sindacalisti contro il direttore “che lavora troppo”

«Lavorare e lavorare bene è un dovere: chi non lo comprende può considerarsi fuori dalla nostra Organizzazione». È quanto dichiara il segretario della Uil, Carmelo Barbagallo, intervenendo sulla polemica sollevata dai alcuni sindacalisti in rappresentanza dei lavoratori della Reggia di Caserta contro il direttore del Mauro Felicori del bene culturale campano che, a loro dire, ‘lavora troppò. «La Uil, che non era a conoscenza dello scambio epistolare tra le Rsu e il Ministero (fatto assolutamente inaccettabile), procederà intanto alla sospensione di tutti i propri sindacalisti coinvolti» sostiene Barbagallo. «Faremo le nostre verifiche e agiremo contro i responsabili di questa incredibile e incresciosa vicenda che danneggia, innanzitutto, quei milioni di lavoratori pubblici che onestamente fanno il proprio dovere per lo sviluppo del Paese» conclude Barbagallo.

Ti potrebbero interessare anche:

Riciclaggio, per Scaglia (Fastweb) chiesti dieci anni
EBOLA/Il medico di Emergency è stabile ma ancora con febbre
Dubbi sulla ricostruzione, Loris non compare nei video, il giallo dello slip
La strage di Parigi, caccia a una Seat nera nel Torinese guidata da un sospettato
Migranti, proposta choc a Bruxelles: sospendere la Grecia da Schengen
Aosta, malore per Luciano Violante, ex presidente della Camera. E' incosciente



wordpress stat