| categoria: Dall'interno

QUIRINALE/ Dopo i disabili anche gli anziani nella tenuta di Castelporziano

Dopo i disabili anche gli anziani arrivano alla Tenuta di Castelporziano, una delle residenze del Presidente della Repubblica. Il segretario generale della Presidenza della Repubblica, Ugo Zampetti – informa una nota del Quirinale – ha sottoscritto con il segretario generale della Regione Lazio, Andrea Tardiola, e il sub commissario con delega alle politiche sociali di Roma Capitale, Clara Vaccaro, un protocollo d’intesa per la promozione di iniziative di carattere sociale, che saranno realizzate nei prossimi mesi presso la Tenuta Presidenziale di Castelporziano, area naturale protetta dal 1999. Si tratta, nello specifico, di due iniziative. Dopo i positivi esiti della collaborazione istituzionale tra la Presidenza della Repubblica, la Regione Lazio e il Comune di Roma che ha assicurato il successo del progetto nell’estate 2015, sarà organizzato per la seconda stagione un centro estivo diurno in favore di adulti e minori con disabilità, quest’anno per un periodo più lungo, dal 6 giugno al 2 settembre. Nella prima edizione la Presidenza della Repubblica ha ospitato presso la Tenuta circa 500 persone, organizzate in gruppi provenienti da istituti, associazioni e case famiglia presenti nella città di Roma e nei comuni limitrofi, selezionati dalla Regione Lazio e dal Comune di Roma. La formula viene confermata per il 2016, con una maggiore offerta di attività ricreative e di animazione. Il Presidente della Repubblica ha poi voluto promuovere un nuovo progetto, sempre all’interno della Tenuta di Castelporziano, rivolto specificamente agli anziani.
In particolare, informa ancora la nota del Colle, si tratta degli ospiti di centri anziani dei municipi capitolini e degli altri comuni laziali nonché di case di riposo e mense sociali, anche in questo caso selezionati dalle amministrazioni territoriali, Regione Lazio e Comune di Roma. L’iniziativa prevede, nei prossimi mesi di aprile e maggio, la presenza giornaliera di gruppi che saranno accompagnati da personale del Segretariato della Presidenza della Repubblica in un percorso volto alla conoscenza degli aspetti storico-culturali e naturalistici della Tenuta Presidenziale. La Presidenza della Repubblica, in questo modo, continua a sviluppare i progetti di apertura delle sue sedi al pubblico e a rivolgere particolare attenzione alla promozione di iniziative di carattere sociale. La spesa destinata ad interventi di natura solidaristica viene in tal modo destinata a progetti di coesione sociale di più vasta e organica portata. Di conseguenza è stata prevista una diversa allocazione della spesa con finalità sociali nel bilancio di previsione per l’anno 2016 – pubblicato il primo marzo scorso sul sito istituzionale – dovuta alla scelta di privilegiare interventi realizzati direttamente presso le sedi della Presidenza della Repubblica.

Ti potrebbero interessare anche:

Papa Francesco: "Perché Cattolici e Cristiani siamo divisi"?
RC Auto, PD e FI: 'Si cambi, nel mirino sconti e scatola nera'
Processo Eternit, c'è una questione di incostituzionalità
Ordine di Malta, il Papa chiede le dimissioni del Gran Maestro
L'account Twitter del Papa supera i 40 milioni di follower. E Instagram sfiora i 5
Ergastolo per l'infermiera di Piombino



wordpress stat