| categoria: attualità

Omicidio Luca Varani: il corpo trovato con un coltello conficcato nel cuore

Manuel Foffo e Marco Prato, accusati di aver torturato e ucciso il 23enne Luca Varani durante un festino in un appartamento sulla Collatina, a Roma, saranno sottoposti domani a interrogatorio di garanzia e convalida dell’arresto. Ad ascoltarli sarà il giudice dell’indagine preliminare Riccardo Amoroso.

Intanto, mentre si attende l’esito dell’autopsia, cominciata ieri, emergono particolari sulle torturesubite da Varani nel periodo di tempo che è stato in mano ai suoi assassini. Secondo Foffo, a Varani sono state inferte diverse coltellatealcune al collo e altre alla gola. Quando i carabinieri sono entrati nell’appartamento di via Igino Giordani dove è avvenuto il festino a base di alcol e di cocaina la vittima, ormai senza vita, era nuda, sul letto e aveva un coltello conficcato nel cuore.

Manuel Foffo in passato “aveva avuto intenzione di fare del male a qualcuno”. E’ stato lui stesso a parlare di questo con il pubblico ministero capitolino Francesco Scavo e con i carabinieri nel corso del primo interrogatorio dopo la scoperta del delitto. Dal verbale si legge tra l’altro: “Non so come questa idea sia maturata tra me e me. Anche se ho avuto il pensiero, in passato è rimasto tale e non ho mai pensato che potesse concretizzarsi”.

Ti potrebbero interessare anche:

Putin domani dal Papa, al centro le questioni di Siria e Medio Oriente
Sfigurata con acido, 20 anni a Varani. Dodici anni agli esecutori materiali dell'agguato
Migranti, Orban tira dritto: rafforzeremo il muro anti-profughi. E invia altri operai
Nord Corea spaventa il mondo: "Abbiamo la bomba all'idrogeno". L'Onu condanna
Scandalo Mars: trovata plastica belle barrette di cioccolato
L'ITALIA CHIEDE LA MODIFICA DI SOPHIA MA L'UE È DIVISA



wordpress stat