| categoria: esteri

Trump, scontri e contestazioni al comizio: arresti e feriti, sospeso il raduno

Scontri e contestazioni al comizio di Donald Trump. Il bilancio della serata di ieri è stato di due ufficiali di polizia feriti e cinque persone arrestate. Uno degli agenti è stato colpito alla testa con una bottiglia. Per la prima volta dall’inizio della campagna elettorale presidenziale, il frontrunner repubblicano è stato costretto ieri sera a cancellare un raduno a Chicago, rinviandolo ad altra data, per motivi di sicurezza, dopo che molti suoi contestatori erano entrati nell’arena dove era atteso per un comizio. La decisione, resa nota dal suo staff, è stata presa dopo un incontro tra Trump e le forze dell’ordine.

L’annuncio dell’annullamento del comizio è stato accolto con rumorose grida di gioia dai contestatori. «Abbiamo fermato Trump! Abbiamo fermato Trump!», hanno gridato. «Razzisti, tornatevene a casa!», hanno scandito verso i sostenitori del magnate, che hanno replicato: «Vogliamo Trump, vogliamo Trump».

In precedenza decine di dipendenti dell’Università dell’Illinois, dove era previsto l’evento, avevano chiesto all’amministrazione dell’ateneo di cancellarlo nel timore che potesse creare «un clima ostile e fisicamente pericoloso» per gli studenti.

Ti potrebbero interessare anche:

Papa, 3 milioni alla messa finale, impegno cristiano nasce da amore
SIRIA/Armi chimiche transiteranno in porto italiano
Allarme Walesa, "In Polonia c'è il rischio della guerra civile"
BURKINA FASO/ 1 - Mourabitoun, movimento "satellite" di Al Qaeda
MIGRANTI/ Ue: "Ridurre flussi in 10 giorni o sarà collasso"
LA CARTINA DI TORNASOLE/ Trump fa il duro e l’Europa sta a guardare



wordpress stat