| categoria: sport

Carpi supera il Frosinone al 90′ e spera nella salvezza

Vince il Carpi al 90′ con il rigore realizzato da De Guzman, all’esordio in maglia biancorossa, e con questo successo la squadra di Castori riaccende le speranze salvezza. Ci ha sperato fino all’ultimo il Frosinone di portare a casa il pareggio che avrebbe inguaiato lo stesso Carpi e dato la possibilità ai ciociari di raggiungere il Palermo (impegnato stasera con il Napoli) a quota 27. Chi si avvicina al Frosinone invece alla fine è la squadra emiliana, ora ad una lunghezza dalla formazione di Stellone, a quattro dall’Udinese e mai così vicino alla zona salvezza in tutta la stagione. Partita non bella, ma con un tasso agonistico molto alto. D’altronde l’importanza della posta in palio suggeriva già alla vigilia una gara del genere. Alla prima vera occasione il Carpi passa in vantaggio al 27′: percussione di Lollo in area avversaria che apre sulla destra per Bianco che infila Leali sul primo palo con un tiro di grande precisione. Prova a reagire il Frosinone con Ciofani il cui colpo di testa viene salvato sulla linea da Belec. Risponde il Carpi con Mancosu al 38′, di piede Leali di salva in angolo. Rischia la squadra di casa al 42′ con Belec che intercetta un pallone deviato da Zaccardo. Nella ripresa la partita potrebbe cambiare a favore del Carpi. Ancora Lollo indirizza la palla al centro per Mancosu che solo in area manca clamorosamente il bersaglio. Il Frosinone scampato il pericolo torna a crederci con una certa insistenza a trova il pareggio poco dopo la metà della ripresa. Mischia in area Carpi, Soddimo trova la zampata giusta e da posizione ravvicinato trova il pareggio per la gioia dei quasi duemila tifosi ospiti. Il Frosinone, che nel frattempo aveva cambiato Gori e Kragl per Soddimo e Carlini, sempre ben chiuso in difesa concede poco agli attaccanti del Carpi. Alla mezz’ora Castori dopo aver inserito Lasagna, aggiunge De Guzman per Mancosu. La partita sembra avviata a quello che sarebbe stato un giusto pareggio. All’89’ la nuova svolta: Crimi quasi sulla linea di fondo campo, prova a superare due difensori ospiti subendo un fallo da Soddimo che Banti decide di punire con il rigore. Sul dischetto va De Guzman che spiazza Leali e regala al Carpi tre punti d’oro. Nel recupero Crimi in contropiede colpisce la parte alta della traversa. Ci prova fino all’ultimo il Frosinone con Belec che spegne le ultime speranze dei ciociari.

Ti potrebbero interessare anche:

"L’emozione non ha voce", rugby, equitazione e autismo in un torneo di solidarietà
Klose cura la Lazio e stende il Cagliari, Lotito respira
Il Milan si tiene Balotelli, adesso non lo vuole nessuno
CALCIOMERCATO/ Benadia, duello United-Bayern, Juve, scoppia il caso Luisao
Inter, il segreto di Mancini? Cambiare sempre formazione
MILIK-INSIGNE ESALTANO NAPOLI,FIORENTINA BATTUTA



wordpress stat