| categoria: litorale

Arresti eccellenti a Civitavecchia, l’ex assessore De Francesco e l’ex sindaco Moscherini

Clamoroso a Civitavecchia, un ex assessore in carcere, domiciliari (quando tornerà da Miami) l’ex sindaco Moscherini. E’ l’effetto di un blitz della Guardia Forestale che ieri mattina si è presentata nella sede operativa della Gbu, una società metalmeccanica civitavecchiese. Vincenzo De Francesco, ex assessore al commercio ed ex presidente di Città Pulita, all’interno della GBU ricopre l’incarico di amministratore delegato. Dopo essere stato prelevato dal suo ufficio è stato interrogato presso la sede del Corpo Forestale. A sconvolgere la città la successiva notizia riguardante il mandato di arresto spiccato nei confronti dell’ex sindaco ed ex presidente dell’Autorità Portuale, Giovanni Moscherini, che all’interno della GBU riveste il ruolo di direttore generale.Per lui la richiesta sarebbe quella degli arresti domiciliari. Moscherini in questo momento si trova negli Stati Uniti, precisamente a Miami, in Florida, dove è in corso l’annuale appuntamento con il Sea Trade;ha già nominato i suoi difensori, tra i quali l’avvocato Carlo Taormina, ed ha fatto sapere che rientrerà immediatamente in Italia perché vuole immediatamente chiarire la sua posizione. Dalle prime indiscrezioni si parla di un’inchiesta legata ai lavori riguardanti la realizzazione della nuova darsena all’interno del porto e in particolare alla messa a disposizione di materiale proveniente da una cava. Ad ora risulta indagata una terza persona, a sua volta con rapporti molto stretti con Moscherini e De Francesco, per il quale il Pm aveva chiesto la stessa misura cautelare degli altri due, ma il Gip ha rigettato l’istanza
.“Le indagini sono in corso (ma gli arresti sono ufficiali), è presto quindi per poter commentare con esattezza cosa sia successo.- commenta il sindaco a Cinque Stelle Cozzolino – La notizia fa il paio con la lettera della Procura della Corte dei Conti, che chiama in causa sempre l’ex sindaco Moscherini e l’ex ‘supermanager’ Massimo Felice Lombardi, per l’allegra gestione delle società partecipate ed i notevoli danni causati all’ente. Per anni questa è stata la politica a Civitavecchia: gli anni in cui tutto sembrava consentito senza alcuna conseguenza per i malfattori. Oggi il vento sta cambiando e i nodi stanno venendo al pettine. Moscherini però non è un brutto ricordo del passato: mi sembra doveroso infatti ricordare che dopo aver perso le elezioni del 2012 è rimasto parte attiva della politica locale. Consigliere comunale di opposizione nei 18 mesi di amministrazione Tidei, vero e proprio ‘valore aggiunto’ del candidato sindaco Massimiliano Grasso e del suo schieramento alle ultime elezioni.

Ti potrebbero interessare anche:

LADISPOLI/Il Comune vuole proteggere il mare
CIVITAVECCHIA AL BALLOTTAGGIO/"No al rancore e concentriamoci sulla nostra idea di Paese"
GAETA/ Strisce blu, mezzo milione di euro nel mirino della Gdf: i parcheggi non erano comunali
SABAUDIA/ Sindaco sfiduciato, Lucci addio. Tocca al commissario
Fondi, ordinanza di divieto di balneazione
Sperlonga / Giornalisti imbavagliati, interrogazione parlamentare



wordpress stat