| categoria: Roma e Lazio

Emergenza buche, dossier del Campidoglio: «Una strada su tre è pericolosa»

In una città dove anche la lotta alle buche, è un buco nell’acqua («l’80% dei lavori è da rifare», secondo l’ufficio Controlli qualità), è lo stesso Campidoglio a lanciare l’allarme sicurezza. «Almeno un terzo delle arterie della grande viabilità necessiterebbe di interventi profondi», è scritto nel report che il Dipartimento manutenzione urbana ha consegnato al commissario Francesco Paolo Tronca. Una sorta di memorandum, che fotografa una situazione complessa, con un manto stradale ormai profondamente deteriorato, frutto di anni di incurie e di soldi spesi senza che nessuno controllasse che i lavori delle ditte fossero realizzati a regola d’arte.
Ecco perché Tronca ha deciso di intervenire pesantemente nella gestione della manutenzione stradale e di riscrivere le regole degli appalti: per la prima volta, nel nuovo bando triennale della manutenzione ordinaria (67 milioni di euro), la sorveglianza sui cantieri verrà affidata a soggetti diversi rispetto a quelli che si occupano dei lavori. Il commissario vuole rompere quel paradosso che finora ha fatto sì che le attività di monitoraggio, manutenzione e pronto intervento sulle infrastrutture fossero svolte, per ciascun lotto, da un unico operatore economico. Controllato e controllore allo stesso tempo.

Ti potrebbero interessare anche:

Alemanno: aspetto la risposta del governo (soldi) per gestire l'emergenza-Vaticano
SCUOLA/Sfilano a Roma gli studenti delle superiori: “Vogliamo i fatti, non scendiamo a patti”
Tar Lazio sospende revoca sindacale su nomine CdA Assicurazioni di Roma
Tor Sapienza, terrore nella notte: decine di immigrati fuggono dall'edificio in fiamme
DESIREE: ANPI ROMA, IN PIAZZA SABATO CONTRO FASCISTI FN
MALTEMPO:CAMPIDOGLIO APRE CENTRO OPERATIVO



wordpress stat