| categoria: Dall'interno

La prima stoffa che si pulisce da sola

I vestiti che si puliscono da soli potrebbero diventare presto realtà, grazie alla prima stoffa autopulente: per farla tornare come nuova basta esporla al sole o anche alla luce di una lampada. Il segreto è nella sua struttura 3D, specializzata nell’assorbire la luce e utilizzarla per degradare la materia organica. Descritti sulla rivista Advanced Materials Interfaces, i tessuti che si puliscono da soli sono stati messi a punto in Australia, dai ricercatori del Royal Melbourne Institute of Technology (Rmit).
Secondo gli autori della ricerca lo stesso principio che permette alla stoffa hi-tech di degradare la materia organica potrà essere applicato a diversi tipi di produzioni industriali, dalle sostanze per l’agricoltura ai farmaci.


”C’è ancora un po’ di lavoro da fare prima di poter iniziare a buttare via le lavatrici, ma questo risultato è una buona base per sviluppare vestiti autopulenti” ha osservato il coordinatore della ricerca, Rajesh Ramanathan. Il segreto del tessuto è nelle minuscole strutture tridimensionali a base di rame e argento nascoste tra le fibre, che hanno la funzione di assorbire la luce. Quando queste strutture sono esposte alla luce, del sole o di una lampada, ricevono un impulso di energia che genera un flusso di ‘elettroni caldi’. Questo flusso, a sua volta, rilascia una scarica di energia che degrada la materia organica in circa 6 minuti.


”Il prossimo passo – ha detto Ramanathan – sarà testare i tessuti con i composti organici che potrebbero essere più rilevanti per i consumatori, per vedere per esempio in quanto tempo si riescono a eliminare le macchie più comuni, come quelle di vino o di pomodoro”.
Successivamente, ha sottolineato, la sfida sarà portare questa tecnologia fuori dal laboratorio e fabbricare questi tessuti su scala industriale.

Ti potrebbero interessare anche:

Naufragio, accusano i superstiti, tre pescherecci non ci hanno soccorso
Albenga, sacerdoti-scandalo, il Papa commissaria la diocesi
Scaravilli è tornato in Italia, resta il giallo sul suo rapimento
MACERATA/ Madre e figlio uccisi a fucilate: è omicidio-suicidio
Aggredito in cella il presunto assassino della piccola Fortuna
Ostuni, filmati hard con l'ex sul web: lei denuncia ma la rimozione è complicata



wordpress stat