| categoria: Roma e Lazio, Senza categoria

Sulla voragine di Centocelle è polemica politica: è il risultato di una cattiva amministrazione

«La voragine apertasi in via di Centocelle a Roma è il risultato lampante di anni di mala-gestione della città e la dimostrazione di come le infiltrazioni mafiose nel settore degli appalti pubblici producano effetti diretti sui servizi e sui cittadini». Lo afferma il Presidente del Codacons, Carlo Rienzi, candidato a sindaco di Roma. «La voragine che ha portato all’evacuazione di 14 famiglie è il simbolo dello stato disastroso della città, piegata dallo strapotere delle organizzazioni criminali che per lungo tempo hanno gestito appalti e servizi – spiega Rienzi – A fare le spese di tale stato di cose, come sempre sono i romani; per questo abbiamo deciso di offrire assistenza legale alle 14 famiglie coinvolte, che in queste ore di festa stanno subendo disagi non indifferenti, al fine di chiedere i danni ai responsabili del disservizio».

Ti potrebbero interessare anche:

Raphael Gualazzi, continua l'Happy Mistake tour
Nevica, ma per le piste servono ancora i cannoni
TUMORI/ Algoritmo "smaschera" i prezzi dei nuovi farmaci, troppo alti
Eur, sopraluogo dei vigili al Palazzo della Civiltà: lavori non autorizzati?
L'economia arranca, quella sommersa no. Vale 211 miliardi
Stadio Roma: Raggi convocata in procura



wordpress stat