| categoria: sanità Lazio, Senza categoria

Blitz in tredici ospedali, Nas a caccia di assenteisti

Blitz in tredici ospedali, Nas a caccia di assenteisti. E’ stato un week end pasquale di fuoco per la sanità laziale, i carabinieri si sono presentati e hanno fatto l’appello del personale in servizio in quasi tutti gli ospedali romani. Medici e infermieri hanno dovuto presentarsi ai militari. Durante il controlloè stato anche scoperto che al San Giovanni erano stati manomessi gli apparecchi segna-presenze dove i dipendenti devono strisciare i badge personali. E per questo è stata presentata una denuncia negli uffici della compagnia Piazza Dante. E adesso le verifiche sul personale si stanno estendendo anche alle case di cura private e alle residenze sanitarie assistenziali, anche quelle convenzionate con la Regione (si è partiti con Colleferro, Bracciano e altri centri dei Castelli). I carabinieri hanno verificato le presenze cominciando dall’ospedale Grassi di Ostia e, sempre sabato, hanno poi proseguito con l’Aurelia Hospital, il San Filippo Neri e il Sant’Andrea. Il giorno successivo – quello di Pasqua – è toccato all’ospedale di Tivoli, al «Sandro Pertini», Policlinico Casilino, Vannini e Policlinico di Tor Vergata. Infine lunedì sono andati al San Giovanni, al San Camillo, al Policlinico Umberto I e al Santo Spirito.

Ti potrebbero interessare anche:

CASO IOR/ Il gip dispone il ricovero in ospedale per mons. Scarano
ROMA/ Assaltano portavalori armati di mitra, bottino da 200mila euro
Accertamento invalidità, c'è qualche problema. Può una dirigente aver partecipato a 1489 commissioni...
L'economia migliora. Crediamo al governo e Bankitalia?
Usa, Volkswagen-shock, ha truccato i dati sui gas di scarico. Crollo in Borsa
Santa Marinella, Zingaretti firma il decreto di accreditamento del Bambino Gesù



wordpress stat