| categoria: esteri

Migranti, linea dura dell’Austria: “Manderemo i soldati al Brennero”

Vienna conferma che ci sarà linea dura contro i migranti. “Controlli serrati al Brennero, anche con soldati” sono stati infatti annunciati dal ministro della Difesa austriaco Peter Dosozil, che avverte: “Visto che i confini esterni dell’Unione europea non vengono efficientemente tutelati, l’Austria a breve metterà in sicurezza le sue frontiere”.
Sarebbe anche “nel vitale interesse della Germania” il funzionamento del controllo delle frontiere esterne dell’Ue, ha aggiunto il ministro austriaco, citando, per motivare l’introduzione dei controlli massicci, le possibili conseguenze del patto Ue-Turchia sui migranti, che potrebbe portare a un aumento dell’utilizzo della rotta del Mediterraneo. Secondo Doskozil, la protezione dei confini esterni dell’Unione europea deve diventare il futuro focus della politica di sicurezza europea: “Le forze armate possono contribuire in modo determinante al sostegno della tutela dei confini”.

E ancora: “Noi proponiamo una missione civile-militare Ue a sostegno di Frontex, e precisamente là dove è necessario alle frontiere esterne Ue. Questo può essere in Grecia, in Bulgaria o anche in Italia”, ha precisato Doskozil. L’esercito, ha continuato il ministro, può essere dispiegato a difesa dei confini ma anche utilizzato “per la registrazione, nel campo umanitario o per i rimpatri”. Vienna presenterà la proposta di una missione civile-militare prossimamente a Bruxelles, probabilmente, ha concluso Doskozil, “al prossimo incontro dei ministri della Difesa Ue

Ti potrebbero interessare anche:

UE, Kiev congela l'accordo ma la porta non è chiusa
GRAN BRETAGNA/ Parlamento a corto di soldi, mette camere in affitto
PARIGI/"Potreste avere il cancro": 13 mila ex studenti a rischio amianto
IRAN/ Zarif a Mosca, colloqui su nucleare, Siria e missili S-300
Il Papa a Philadelphia vede le vittime della pedofilia: "Puniremo i responsabili"
Atene, scontri al corteo anti austerità davanti al Parlamento



wordpress stat