| categoria: sport

Il Genoa travolge il Frosinone, 4-0 e laziali in difficoltà

Vittoria e salvezza ormai in cassaforte per il Genoa che sommerge con quattro gol il Frosinone trascinato da un Suso strepitoso autore di una tripletta d’autore. Nulla ha potuto la squadra di Stellone che solo nel primo tempo è riuscita a contenere i padroni di casa ma che è dovuta arrivare al 12′ della ripresa per inserire il proprio nome nel tabellino con un tiro nello specchio della porta difesa da Perin con Dionisi. Per la squadra laziale la sconfitta, seppur pesante, non pregiudica la possibilità di salvezza essendo ancora a portata Palermo e Carpi. Il Genoa vince grazie a un ottimo secondo tempo nonostante Gasperini abbia dovuto fare a meno di elementi importanti come Burdisso, Cerci, Pavoletti e Ansaldi ai box per infortuni e Laxalt in panchina dopo essere rientrato dalla nazionale appena venerdì. In avanti spazio alla coppia Suso-Pandev mentre sugli esterni tocca a Silva e Fiamozzi con Munoz centrale di difesa. Stellone risponde con un arrembante 4-3-3 con Gucher cervello di centrocampo e il tridente composto da Dionisi, Kragl e Daniel Ciofani. Frosinone aggressivo sin dai primi minuti ma poco preciso in avanti. Pandev si infortuna e lascia a Matavz. La gara fatica a decollare e gli unici sussulti arrivano con tiri dalla distanza per il Frosinone e con angoli non sfruttati da parte del Genoa. Ci vuole un’iniziativa personale di Suso per sbloccare la gara. Lo spagnolo arrivato a gennaio dal Milan al 43′ si ritrova il pallone sulla trequarti, avanza di qualche metro e lascia partire un tiro potente quanto improvviso che batte Leali portando così il Genoa in vantaggio. Nella ripresa il Genoa dilaga. Suso riceve palla sul vertice destro, entra in area si sistema il pallone sul sinistro e con un tiro a giro batte Leali. Il gol scatena l’esultanza di Perin, nativo di Latina, che viene ammonito per aver esagerato con i festeggiamenti indirizzati verso i tifosi avversari. Al 27′ il Genoa chiude la pratica Frosinone e probabilmente la lotta salvezza grazie a Rigoni che conclude un triangolo con Rincon in area battendo Leali. Ma è Suso il vero eroe di giornata come dimostra alla mezz’ora quando fa tutto da solo e dalla linea di fondo in mezzo a due avversari trova una traiettoria impossibile per la tripletta personale e quarta rete del Genoa. Sul 4 -0 lo stadio tributa una vera e propria standing ovation a Gian Piero Gasperini e nei minuti finali anche a Suso sostituito da Capel.

Ti potrebbero interessare anche:

Maradona a Napoli, i tifosi lo seguono all'autogrill, lui: 'Un toast per tutti'
MONDIALI/ Italia, paura per De Sciglio. Salta il debutto con l'Inghilterra
Lazio vola con Djordjevic e Lulic, Fiorentina ko
CALCIOMERCATO/ Milan su Jackson Martinez, la Juve ora cerca Higuain
DOPING/ Giallo Schwazer, è di nuovo positivo?
Roma-Cagliari 1-0, tre punti d'oro per i giallorossi



wordpress stat