| categoria: Roma e Lazio

Monteverde, cade albero nel cortile di una scuola

Nelle scuole della Capitale continuano a cadere alberi. Dopo il grosso ramo che il 31 marzo si è abbattuto davanti all’ingresso dell’asilo Val di Lanzo, a Conca d’Oro, nel III municipio, lunedì notte un ramo si è spezzato, accasciandosi nel cortile dell’elementare Hugo Girolami, a Monteverde, nel XII municipio. Anche in questo caso, fortunatamente, nessun ferito, ma tanto spavento: se fosse successo di giorno, sarebbe potuta essere una tragedia, dato che a un metro di distanza si trovano scivoli e giochini che i piccoli studenti utilizzano durante la ricreazione.
Se nel primo caso erano stati i genitori dei bambini a inviare molteplici richieste di manutenzione, mentre nel resto del municipio andavano avanti potature e messe in sicurezza, nel XII municipio è tutta la giunta a chiedere “un’azione risolutiva e veloce, per non mettere a repentaglio le vite dei bambini”, spiega Marco Giudici, consigliere di Fratelli d’Italia del Parlamentino. Per ora possiamo limitarci “a richiedere un monitoraggio costante delle alberature scolastiche al Dipartimento Tutela Ambiente, in attesa del decentramento”, aggiunge la presidente Cristina Maltese.

Secondo il Comune, però, scaduto l’appalto del verde scolastico il 3 aprile la competenza (almeno per quanto riguarda le 965 scuole statali) è passata nelle mani dei municipi, che da settembre sono stati “invitati ad attivarsi per l’affidamento del relativo servizio di manutenzione, autonomamente e tempestivamente, sulla base dei finanziamenti previsti sui rispettivi capitoli di bilancio”, come ribadito anche in una lettera inviata ieri ai municipi dal Dipartimento Tutela Ambientale.

Alcuni municipi si dicono ignari di tutto. “Non ci sono arrivate comunicazioni di questo tipo — spiega Emanuele Gisci, assessore all’Ambiente del II municipio — ci sono state riunioni dove si parlava di questa cosa, ma non è mai stato formalizzato nulla. Con i cittadini stiamo portando avanti molte iniziative sul verde: giovedì inauguriamo degli orti urbani a Villa Glori in collaborazione con la Caritas e sabato a via Po gli abitanti delle vie limitrofe poteranno gli alberi. Ma ora il Comune mi chiede di occuparmi anche dei 35 plessi scolastici? Sarò schietto: in questo modo non possiamo garantire la sicurezza all’interno delle scuole”. Altri ancora ne sanno poco e preferiscono non dichiarare nulla. In pochi già si sono attivati, dicendosi favorevoli “ad avere il verde scolastico – spiega la presidente del municipio I, Sabrina Alfonsi – ma solo se ci sono le risorse necessarie”.

Ti potrebbero interessare anche:

Decoro, vigili e Ama in azione a Cinecittà e Trastevere
CASILINO/Ladro sorpreso si lancia dal balcone, arrestato dal vicino
Caso-vigili, al vicecomandante Modaferri l'incarico di una indagine interna
BALLOTTAGGIO/ La commedia degli equivoci
BUFERA RIFIUTI/ Indagati all'Ama e assessore nel mirino degli inquirenti
Sparatoria in strada in pieno giorno: caos sulla Casilina,



wordpress stat