| categoria: sport

SERIE B/ Crotone vince anche a Terni. Cagliari cade ad Ascoli

Il Crotone è sempre più vicino alla serie A. Centra a Terni il 21° successo stagionale (1-2) e resta a +16 dal terzo posto. Alle sue spalle perde ulteriore terreno il Cagliari che scivola (2-1) anche ad Ascoli. In chiave playoff importante successo (1-0) dello Spezia nello scontro diretto con il Novara mentre strappano vittorie preziosissime anche il Bari, che passa in pieno recupero (1-2) a Livorno, il Trapani, che travolge in rimonta (1-4) il Modena, e l’Entella che espugna (1-2) Lanciano. Frena, invece, il Cesena, fermato sull’1-1 in casa dal Vicenza. In coda, infine, vittoria d’oro (3-2) della Salernitana sul Latina. Nell’anticipo, importante affermazione (1-3) del Pescara ad Avellino. Chiuderanno il programma i posticipi Como-Pro Vercelli (domenica, ore 17.30) e Brescia-Perugia (lunedì, ore 20.30).

TERNANA-CROTONE 1-2
Il Crotone vince anche a Terni e si avvicina alla meritata promozione in serie A. I calabresi rischiano in avvio su una conclusione di Ceravolo ma sul capovolgimento di fronte passano (6′): il gol lo firma Garcia Tena con un colpo di testa su angolo dalla sinistra di Di Roberto respinto appena dopo la linea in tuffo da Mazzoni. La Ternana si complica la vita restando in 10 per l’espulsione (27′) di Busellato per somma di ammonizioni ma al primo tentativo, in avvio di ripresa, pareggia (47′): il merito è di Falletti che conclude una bella azione personale con un forte destro a fil di palo da 25 mt. La gara s’accende: il Crotone preme sull’acceleratore sfiorando il bersaglio con Ricci, Di Roberto, Ferrari e Claiton, la Ternana replica di rimessa, sfiorando il raddoppio con Falletti (2) e Ceravolo. Il gol è nell’aria e alla fine (78′) lo realizza la capolista con Ricci, bravo a mettere il pallone nell’angolo con un perfetto colpo di testa su cross dalla sinistra di Palladino. Il Crotone manca il tris con Budimir e nel finale rischia di farsi riprendere da Avenatti.
ASCOLI-CAGLIARI 2-1
Il Cagliari cade anche ad Ascoli e vede ridursi a 11 punti il vantaggio sulle terze. I marchigiani passano al primo affondo (8′): Dimarco dalla trequarti crossa in area per Cacia che con un bel sinistro al volo da pochi passi batte Storari. Il Cagliari reagisce con veemenza ma fallisce almeno quattro limpide occasioni per pareggiare con Giannetti (2), Cerri e Joao Pedro (tiro salvato sulla linea da Cinaglia). L’Ascoli ringrazia e al 34′ raddoppia in contropiede ancora con Cacia che raccoglie un lancio dalle retrovie e scavalca Storari in uscita con un magnifico pallonetto di controbalzo da 25 mt. Gli uomini di Mangia falliscono addirittura il 3-0 con l’ex Canini e finiscono per rimettere in partita gli avversari. Al 57′ Bianchi atterra in area Giannetti e, oltre a provocare il rigore, rimedia il secondo giallo lasciando i compagni in 10. Sul dischetto va Joao Pedro che non sbaglia. In superiorità numerica i sardi insistono ma mancano incredibilmente il 2-2 con Giannetti, Munari, Salamon (palo) e Farias (traversa). L’Ascoli in pieno recupero ha mancato il 3-1 con Altobelli, lanciato in contropiede a tu per tu con Storari.

SPEZIA-NOVARA 1-0
Lo Spezia vince lo scontro diretto con il Novara e resta al 3° posto. I liguri partono forte e, dopo aver sfiorato il bersaglio con Piccolo e Sciaudone (palo), sbloccano il risultato (8′): l’1-0 lo firma Calaiò con una splendida rovesciata in diagonale su cross dalla trequarti sinistra di Migliore. Lo Spezia manca il raddoppio con Piccolo e Catellani e poi si rilassa rischiando di incassare il pari da Faragò, Faraoni e Gonzalez.
LIVORNO-BARI 1-2
All’ultimo secondo il Bari passa a Livorno e resta affiancato allo Spezia al 3° posto. Dopo 75′ di grande equilibrio, con un paio di occasioni per parte (Aramu e Vantaggiato per i labronici, Sansone e Defendi per i galletti), la gara s’accende nel finale. Al 78′ sbloccano il risultato gli ospiti con un preciso sinistro a giro di Rosina, lesto a riprendere una corta respinta della difesa amaranto. Il Livorno non ci sta e all’86’ pareggia con un bel destro al volo di Cazzola su cross dalla sinistra di Lambrughi. Gli amaranto insistono, mancano il 2-1 con Vantaggiato e lo stesso Cazzola e al 94′ vengono beffati da Lazzari che insacca di testa a porta vuota su torre di Maniero.
MODENA-TRAPANI 1-4
Il Trapani conferma lo splendido momento di forma collezionando a Modena il 5° successo di fila. Eppure la gara inizia tutta in salita per gli uomini di Cosmi che al 13′ vanno sotto, trafitti da Granoche che irrompe in tuffo di testa su un cross dalla destra di Luppi e batte Nicolas complice la decisiva deviazione di Perticone. La svolta arriva al 39′: il Modena resta in 10 per l’espulsione di Bertoncini per somma di ammonizioni e dà fiducia ai siciliani che, nella ripresa, cambiano passo e ribaltano la partita. Decisivo è Petkovic che al 57′ ruba palla a Calapai e si fa atterrare in area, trasformando il rigore dell’1-1. Il Modena si demoralizza e, al 63′, regala un altro rigore agli avversari, stavolta per un fallo di mano sulla linea di Nardini (espulso) su un colpo di testa di Perticone. Sul dischetto va ancora Petkovic che non sbaglia. In 11 contro 9 il Trapani insiste e dilaga. Al 68′ è Eramo a realizzare l’1-3 con un perfetto colpo di testa su cross dalla sinistra di Rizzato. Chiude i conti al 79′ Barillà con un preciso sinistro in diagonale su assist di Coronado.

CESENA-VICENZA 1-1
Il Cesena non va oltre l’1-1 con il Vicenza e scivola al 6° posto. I romagnoli mancano due buone opportunità con Ragusa e al 36′ vengono puniti: Galano da sinistra centra per Ebagua che con un tocco da pochi passi batte Gomis. Il Cesena si rimbocca le maniche e, dopo aver fallito altre due occasioni con Ragusa e Caldara, pareggia (52′): il gol lo realizza Rosseti con un forte destro in diagonale su lancio smarcante di Ciano. Gli uomini di Drago insistono ma mancano il 2-1 con Ciano. Nel finale torna prepotentemente fuori il Vicenza che sfiora la vittoria con Galano (palo) e Sampirisi (traversa).

VIRTUS LANCIANO-ENTELLA 1-2
L’Entella espugna Lanciano e resta aggrappata al treno-playoff. I liguri impiegano appena 4′ per sbloccare il risultato: il gol lo firma Pellizzer, lesto a riprendere di testa un precedente colpo di testa di Iacoponi alzato sulla traversa di Cragno. I liguri mancano il raddoppio con Costa Ferreira e Caputo e all’11’ si fanno riprendere dal solito Di Francesco che infila l’incrocio con un gran destro da fuori area. L’Entella si rimbocca le maniche e al 26′ torna avanti con un forte sinistro sotto la traversa di Cutolo su assist di Caputo. La gara resta bella e spettacolare e le occasioni fioccano. Il Lanciano va vicino al 2-2 per due volte con Vitale, che centra in pieno una traversa, e con Marilungo, l’Entella legittima il successo sfiorando il tris con Palermo e Cutolo (2). Il Lanciano ha chiuso la gara in 10 per l’espulsione all’86’ di Bacinovic, reo di un brutto fallo ai danni di Costa Ferreira.
SALERNITANA-LATINA 3-2
La Salernitana piega nel finale il Latina e porta a casa un successo pesantissimo in chiave salvezza. Gara scoppiettante fin dalle prime battute all’Arechi. Gli ospiti vanno avanti all’11 con un preciso sinistro in diagonale di Calderoni, smarcato in area da Schiattarella. La Salernitana reagisce con carattere e al 31′ pareggia con Odjer che, su assist all’indietro di Donnarumma, infila l’incrocio con un gran destro da fuori area. Passano 2′ e il Latina torna avanti con un preciso sinistro a fil di palo dai 12 mt di Scaglia su assist di Schiattarella. I granata non ci stanno e al 39′ ristabiliscono ancora la parità con Donnarumma che, smarcato in area sulla sinistra, infila l’angolo con un forte destro sul primo palo, deviato in maniera decisiva da Mariga. L’equilibrio si spezza definitivamente all’86’: l’arbitro Abisso giudica da rigore un presunto fallo di Esposito (espulso per proteste) su Donnarumma e consente a Coda di realizzare il gol-vittoria dal dischetto.

Ti potrebbero interessare anche:

SERIE A/ Juve regina da record a +8, ma la Roma non molla
Calcio, Parma ko, l'Udinese (4-2) torna la terza forza del campionato
Pari-show a Bergamo, Sassuolo da alta classifica
Inter ko con il Psg, Mancini:obiettivo Champions
CALCIO/ La Roma cerca subito il riscatto con il Crotone. Spalletti, panchina corta
Napoli stende la Samp e chiude in bellezza



wordpress stat